Mitanni era anche il nome degli arii che rappresentavano il ceto dirigente delle popolazioni urrite. In realtà questa è una delle indicazioni che ci sono fratture nel testo perché l’età di Abramo poi non coincide con questi altri dati. Per rispondere a questi interrogativi dobbiamo ovviamente analizzare la situazione politica e gli avvenimenti storici del periodo in questione. Le informazioni che la Bibbia fornisce in merito all’identità di Abramo non collimano con l'idea classica del beduino senza arte né parte, costretto a girovagare alla perenne ricerca di pascoli per il suo misero gregge di capre. Nulla sappiamo, invece, delle vicende di questo stato nei successivi cento anni. Nella genealogia di Matteo, che parte da Abramo e arriva a Gesù, possiamo individuare tre gruppi di quattordici nomi (multiplo di sette), cioè sei settenari.Gesù è il primo nome del settimo gruppo. Inserisci la prima recensione . - Abramo si lamenta che morirà senza figlie e un certo Eliezer sarà suo erede (Gn. Ma era un semplice nobiluccio di provincia o un grande sovrano? La genealogia di Gn 11,10-26 sembra riprendere quella di Gn 5. Sappiamo inoltre che l’intera famiglia era emigrata dalla città di Ur Kasdim, in Mesopotamia, e si era stabilita a Charan, dove Terach era morto (Genesi 12:24-32). Il primo stato ario di cui si abbia notizia è il regno di Mitanni, o Maitani, nella Mesopotamia settentrionale (ca.1530-1350 a.C.). ), ritroviamo Labano, primogenito di Betuel, insediato a Harran e possessore di grandi armenti e greggi, che pascolavano in tutto il Paddam Aram, di servi e soldati, con una efficiente rete di informatori e la libertà di disporre a suo piacere del paese. Genesi in 12,1, e ribadita più volte in seguito, non lascia adito ad alcun dubbio: "Elohim disse ad Abramo 'Lascia la tua terra, la tua gente, la famiglia di tuo padre, e va nella terra che io ti indicherò. gente si allontanava senza aver compiuto alcun gesto di venerazione. Non vedi che c’è AvrahamE quando Avràm [Abramo] figlio di Terach ebbe 50 anni, uscì dalla casa di Noach1 e tornò a casa di suo padre. isacco - figlio di abramo e sara, ismaele - figlio di agar e abramo, ur - vi nacque abramo, terach - padre di abramo, canaan - la terra promessa, benedizione - la protezione di dio, un figlio - la discendenza, monoteista - credere in un dio, politeista - credere in piu' divinita', Anzitutto il padre di Abramo, Terach, proviene dalla discendenza di Sem, il primogenito di Noè. Alla morte di Hasepsowe, Tutmosi III riprese la politica asiatica del nonno, con l'intento di riportare i confini dell'impero egizio all'estensione raggiunta sotto di lui. scodella di farro come offerta. «Padre, ecco – disse allora Abramo – solo Sulla base di quanto sappiamo degli usi e costumi degli abitanti di Harran nel XV secolo a.C. (1), possiamo dedurre con certezza che Labano era "signore" di Harran. (Bereshìt Rabbà 38, 19). 15,2) Torniamo a Saushsha-Tar e Tare, padre di Abramo. Alla morte di suo padre Terach, Abramo si trasferì in Canaan dove, assieme alla sua famiglia, condusse un’esistenza nomade, che lo portava a spostarsi alla ricerca di pascoli ed acqua e a vivere nelle tende. Siete già così vecchi e volete Non è un'ipotesi eccessivamente ardita supporre che si tratti della stessa persona. Un film-documentario in quattro puntate, dove si racconta la vita di Abramo, padre delle tre grandi religioni monoteiste (ebraismo, cristianesimo, islamismo). Per quale virtù si distinguerà Abramo, e quali utili informazioni apprenderemo? Certamente era signore per lo meno di Nahor e Harran, ma dobbiamo presumere che lo fosse anche di altre importanti provincie, perché prima di infeudare Betuel, doveva aver sistemato in modo adeguato anche gli altri sette figli maggiori. Harran era allora una provincia dell'impero di Mitanni. E indubbiamente aveva ereditato queste sue proprietà dal padre Tare. grosso?» rispose Abramo, e continuò: «Vedi, una donna ha portato questa Cominciamo con l'inquadrare, da un punto di vista storico-politico, l'area di Nahor e Harran in quel periodo. L'Albero Genealogico di Abramo si trova nel Libro della Genesi dove viene narrata la storia della sua vita. Terach, Abram, Sarai e Lot (il figlio di Aran[11], che era nel frattempo morto) si spostarono a Carran, città della Mesopotamia settentrionale (oggi in Turchia). E i frondosi rami dell'albero genealogico cui appartiene annovera capostipiti e capi di tutti i popoli del Medio Oriente. Ti benedirò. Nella genealogia di Luca, che va da Adamo a Gesù, i nomi contemplati sono quelli di settantasette antenati, che possiamo dividere in undici settenari. … Terach perde un figlio, Aran. (5) I documenti scoperti nell'archivio di Nuzi, città urrita dei mitanni, rivelano una straordinaria consonanza con le usanze dei patriarchi contenute nei testi biblici. Esse sono indirizzate ad Abramo di cui ancora non sappiamo alcunché se non che è figlio di Terach. Da Milcà gli nacquero otto figli, l'ultimo dei quali Betuel, risiedeva ancora a Nahor quando il servo di Abramo vi si recò per cercare una moglie di rango adeguato per Isacco (Gn. Le pagine del volume affrontano un tema centrale nella storia di Abramo narrata nel libro della Genesi: la chiamata iniziale, letta sullo sfondo della breve descrizione della famiglia di Térach, padre di Abramo, e la prova di Isacco, ultimo episodio in cui il patriarca ha un contatto diretto con il suo Signore. l’ascia in braccio all’idolo grosso. Egli, in conclusione, era un grande sovrano mesopotamico. Proprio allora venne della gente per prostrarsi agli idoli. Ad eccezione di un breve passaggio in Egitto a causa di una carestia, Abramo trascorse la maggior parte della sua vita in Canaan, vicino ad Ebron. Areo, re degli spartani, a Onia sommo sacerdote, salute. Giosuè disse a tutto il popolo: «Dice il Signore, Dio d'Israele: I vostri padri, come Terach padre di Abramo e padre di Nacor, abitarono dai tempi antichi oltre il fiume e servirono altri dèi. Fin dall'inizio del II millennio a.C., popolazioni urrite provenienti dall'Iran nord-occidentale avevano invaso l'Armenia e la Mesopotamia settentrionale, dove avevano formato un mosaico di staterelli di tipo feudale. farro, ma questo non garbava al più grosso, che ha preso un’ascia e ha ucciso Se Betuel, ottavo figlio di Nahor aveva avuto in feudo una provincia importante come questa, significa che suo padre era un personaggio molto potente. Enter your email address to get our weekly email with fresh, exciting and thoughtful content that will enrich your inbox and your life. 40 ss.). Sulla base delle indicazioni della Genesi, infatti, Abramo risulta essere figlio di un qualche grande principe mesopotamico, venuto a stabilirsi in territorio soggetto all'impero egizio perché allettato dalle promesse di un faraone e divenuto infine un ricco possidente di bestiame. 31 Poi Terach prese Abram, suo figlio, e Lot, figlio di Aran, figlio cioè del suo figlio, e Sarai sua nuora, moglie di Abram suo figlio, e uscì … ISACCO - FIGLIO DI ABRAMO E SARA, ISMAELE - FIGLIO DI AGAR E ABRAMO, UR - VI NACQUE ABRAMO, TERACH - PADRE DI ABRAMO, CANAAN - LA TERRA PROMESSA, BENEDIZIONE - La protezione di Dio, UN FIGLIO - LA DISCENDENZA, MONOTEISTA - CREDERE IN UN DIO, POLITEISTA - CREDERE IN PIU' DIVINITA', Abramo. Si è trovato in una scrittura, riguardante gli spartani e i giudei, che essi sono fratelli e discendono dalla stirpe di Abramo. Vi troviamo nove generazioni al cui termine arriva Abramo, così come Noè – il giusto – arrivava al termine di dieci generazioni. degli idoli. Terach è nato e sempre vissuto a Ur. Terach è il padre di Abramo (che chiamiamo subito col nome che ci hanno consegnato nella tradizione ebraica e cristiana). Questa parentela con gli Aramei semiti della fine del II millennio a.C. e con i proto-Arabi della prima metà del I millennio a.C. era piuttosto sentita dagli ebrei antichi, tanto che le genealogie di Genesi la evidenziano in più punti (pur tra varie contraddizioni). Abramo avrebbe già 135 anni quando inizia il suo viaggio in Gen 12. ad Abramo l’incarico di badare agli idoli. (2) Da notare che questa invasione ariana è più o meno coeva della calata dei Dori, ariani, in Grecia. «Tu certo mi prendi in giro, gli idoli non Come puoi adorare divinità che non possono Quest’uomo si chiama Abram e vive nella terra di Ur dei Caldei. più grosso. , che mosse cielo e terra pur di riaverli. - Se un matrimonio era senza discendenza, la donna doveva procurare all'uomo un'altra moglie, Una decina di anni prima Barattarna era stato sconfitto dal faraone Tutmosi I, che aveva conquistato la Siria e aveva effettuato una incursione in profondità nel territorio Mitanni (che gli egizi chiamavano Naharin), devastando il paese al di là dell'Eufrate e uccidendo un gran numero di nemici. Gios 24,2 in tutte le versioni Mostra capitolo. La storia di Abramo copre nella Bibbia i capitoli che vanno dal decimo al venticinquesimo dove abbiamo le notizie della sua morte. Essi servivano altri dèi” (24,2). Evidentemente un sovrano-dio, ma chi precisamente? Suo padre Tera ebbe 3 figli: Abramo, Naor e Aran. Una volta Terach si assentò da casa e diede ad Abramo l’incarico di badare agli idoli. Avrahàm ha servito cibo non kasher ai suoi ospiti. Ciò mette in risalto il paradosso delle promesse divine, promesse di vita, sì, ma che si realizza attraverso la morte. In Gen 11,32 si accenna alla morte di Terach all’età di 205 anni. Le conquiste di Tutmosi I furono effimere. questo volevo udire da te. l’Onnipotente al quale la terra, il sole e tutti gli astri devono la loro esistenza?» scodella di farro da offrire agli idoli. Abramo avrebbe già 135 anni quando inizia il suo viaggio in Gen 12. La sua gente è idolatrica. E che cosa gli promise in pratica? A quanto si è visto hanno in comune parecchie cose: sono vissuti negli stessi anni; nati nello stesso paese, l'Urartu meridionale; entrambi regnarono su un vasto impero che comprendeva Nahor e Harran; entrambi possedevano grandi quantità di bestiame che i loro servi facevano pascolare nella pianura; entrambi avevano relazioni con l'Egitto (Abramo, figlio di Tare, infatti, si recò in territorio soggetto all'impero egizio); rispettavano entrambi le stesse leggi e consuetudini (5); avevano persino lo stesso nome, perché Saushsha-Tar significa quasi certamente qualcosa come il gran re o il re dei re Tar (è interessante notare che in persiano l'imperatore viene definito "sha-in-sha", il re dei re). Questo sembrerebbe trovare conferma nelle parole che il re di Sparta Areo (sicuramente ariano) scrisse al sommo sacerdote giudaico Onia (1Mac.12,7; 12,20): © Copyright, tutti i diritti riservati. Il racconto della Genesi ci dice che Abramo aveva un padre chiamato Terach, due fratelli (Nachor e Haran), un nipote (Lot) e una moglie sterile (Sarai). E non si parla di Nachor, l'altro figlio, che non parte con loro, o che comunque non viene menzionato. Proprio allora venne della gente per Rimane aperto l'interrogativo circa i motivi che hanno indotto Abramo a partire da Harran. Maledirò chi ti farà del male'. Quando, però, pochi decenni dopo, Giacobbe tornò in Mesopotamia, anch'egli per prendere moglie (Gn. «Dov’è il criminale che ha fatto questo?» Qui sposò la sorellastra Sarai[9], figlia dello stesso padre, ma di madre diversa[10]. Per inciso, una cosa spesso dimenticata è che non è Abramo, il futuro grande patriarca, a lasciare Ur in direzione di Canaan, ma proprio suo padre Terach, dipinto dalla tradizione esegetica come idolatra e venditore di idoli. gridava. Storia di Abramo figlio di Terach. Terach è il nome di un patriarca postdiluviano, antenato di Gesù, nipote di Seruk e figlio di Nacor, padre di Abramo e nonno di Isacco. 3 Abramo è diverso. Arrossendo per la lezione del ragazzo, la prostrarvi dinanzi a un simulacro che mio padre ha scolpito ieri?». Farò del bene a chi te ne farà. 1 D’ora in poi troverete citati Mosé o Giosué o “posteri vari” come autori della storia narrata nella Genesi. Quando Terach tornò a casa e vide quella Che la mano dell’uomo può creare o distruggere? difendersi? Ogni volta Abramo chiedeva a coloro che venivano che età Farò di te un popolo numeroso, una grande nazione. Anche l'economia ricorda quella illustrata nella Genesi. Ma allora, chi era in realtà Abramo? Una volta Terach si assentò da casa e diede Questa è la discendenza di Sem: Sem aveva cento anni quando generò Arpacsàd, due anni dopo il diluvio; Sem, dopo aver generato Arpacsàd, visse cinquecento anni e generò figli e figlie. Tare, padre di Abramo, discendeva in linea diretta nientemeno che da Noè. Anche in merito a questo interrogativo la Genesi offre indicazioni sufficienti per dare una risposta ragionevolmente fondata. tutti gli altri». 2 Attenzione: siamo già al cap. In realtà questa è una delle indicazioni che ci sono fratture nel testo perché l’età di Abramo poi non coincide con questi altri dati. Il padre di Abramo vuole emigrare, dirigersi verso la terra di Canaan, si stabilisce con tutta la sua famiglia in Carran. . Dal punto di vista delle sue origini familiari, egli non ha nulla che lo predisponga a diventare l’eletto di Dio. Le prime notizie sono scarne e schematiche si racconta di suo padre Terach che genera appunto Abramo, Nacor e Aran, delle mogli che rispettivamente prendono Abramo Sarai e Nacor Milca; di Sarai si dice subito che era sterile e che non aveva figli. Dalle tavole di Nuzi risulta che era usanza che una coppia senza prole adottasse un figlio, che entrava in possesso dell'eredità. Il testo dice che Terach parte, portandosi dietro Abramo e Lot. Le tavole di Nuzi ce ne spiegano la ragione; Per ricerche storico-fenomenologiche sembra che i discendenti dell'ultima moglie di Abramo, Ketura (sposata dopo la morte di Sara), possano essere riconosciuti in sedici gruppi protoarab… L'islam considera Abramo antenato del popolo arabo, attraverso Ismaele. La sua gente è idolatrica. Dal punto di vista delle sue origini familiari, egli non ha nulla che lo predisponga a diventare l’eletto di Dio. Egli si alleò con il re ittita Tutkalyiash e iniziò una lunga guerra contro Saushsha-Tar, che fu ripetutamente sconfitto. Sarai fonte di benedizione. Possedeva perfino una speciale abilità nella produzione di simulacri di idoli sì da averne una grande quantità, di grandi e di piccoli, che offriva in vendita. chi entrava in possesso di questi idoli tutelari, aveva diritto anche all'eredità . Suo figlio primogenito Nahor non lo seguì, ma rimase nell'omonima città, dove sposò la figlia di suo fratello Haran, Milcà; è questo un costume tipico, se non esclusivo, delle famiglie regnanti dell'area mediorientale in quell'epoca. Serug, Nacor, Terach, 1Cr 1,26 in tutte le versioni Mostra capitolo. In Gen 11,26 si dice che Terach, padre di Abramo, lo generò quando aveva 70 anni. Alcuni considerano sia un atto di sottomissione all'Egitto: i Mittanni di Parshatatar (Paršatar l'urrita, che alcuni pensano sia Tera stesso) persero infatti la battaglia di Megiddo. Per Paolo, Abramo è un esempio di fede ed è padre non solo degli Ebrei ma di tutti coloro che credono in Gesù Cristo. Essi servivano altri dèi” (24,2). Categorie: Video; Documentari; Documentari religiosi; Destinatari: Adulti, Gruppi biblici, Operatori pastorali, Sacerdoti: Formato: DVD : Whatsapp. Libro di André Wénin, Le scelte di Abramo - Lasciare il padre, lasciare andare il figlio, dell'editore Edizioni Dehoniane Bologna, collana Quaderni di Camaldoli. E chi era questo Elohim? Tutti gli idoli volevano avere una parte del E’ possibile, quindi, che l’invasione dell’Urartu e della Grecia facesse parte di una medesima fase espansiva ariana, operata da popolazioni del medesimo ceppo. Suo nipote fu Terach, padre di Abramo. 30 Sarai era sterile e non aveva figli. I suoi successori, Tutmosi II e la moglie di quest'ultimo Asepsowe, che per ventidue anni governò in luogo del figliastro Tutmosi III, si disinteressarono della Siria, che tornò rapidamente nell'orbita dell'impero mitanni, grazie all'azione del più grande dei suoi sovrani, Saushsha-Tar, succeduto al padre Barattarna agli inizi del XV secolo.

Grazie Ricevute Da Sant'antonio, Videogiochi Anni 2000, Lando Fiorini Canzoni, Agriturismo Con Piscina Vicino A Me, Afterhours Hey Joe, Auguri Mamma Che Sei In Cielo, Record Di Gol Premier League In Una Stagione, 20 Settembre Giornata Mondiale, Trasfigurazione Di Gesù Cristo Carracci Descrizione,