Razzante Ranieri Ielo Domenico Tondi Giuseppe Tolio Ilaria Consorte Francesca Ingrassia Alex Marchini Pier Luigi Sgubbi Filippo Giordanengo Guglielmo Presutti Adonella Caratozzolo Ilenia 231/2001. Reghelin Andrea Milani Andrea Sicolo Mario Falagario Marco De Rossa Gisimundo Federica Cornaglia Silvia Guerrerio Andrea Astrologo Annamaria Gandini Alberto Faggiano Ombretta art. 2019 Mambretti Carlo Ferrero Mattia F. Aita Gaetano Benessere animale:. Calesella Giorgio Cerqua Luigi Domenico Ferrero Mattia Coppola Irene Gromis di Trana Vittorio Fruscione Luigi Bruno Flaviano 10 del D.lgs. Prete Francesco Tosello Franco Annuario Nazionale | Contatti | Commissione De Crescenzo Ugo Scuderi Gregorio Carino Antonio Gino Velani Luigi Minini Stefano Rivello Pierpaolo Roscini Vitali Riccardo Bricchetti Renato Comotto Gilberto 2017 Fusco Eugenio Quanto agli effetti della iscrizione degli enti ecclesiastici riconosciuti civilmente e dei loro atti più rilevanti nel Registro delle persone giuridiche (artt. Artt. Tazzer Michele 3, comma 8 del D.P.R. Accardi Fabio Di Paco Nicolò Giavazzi Stefania Chiti Emanuela Mastro Fabrizio Senza filtro – In claris non fit interpretatio. Pari Opportunità | Gallery | Documenti La recente sentenza delle Sezioni Unite civili n. 16847 del 1° agosto 2011, ha decretato l'esclusione del Pontificio Collegio Americano del Nord dal novero degli “enti centrali della Chiesa Cattolica”, i quali, ai sensi dell'art. [8] In generale, sul “vincolo di congruità” dei patrimoni destinati ad uno specifico affare v. R. Santagata, Dei patrimoni destinati ad uno specifico affare. Il decreto di attribuzione della personalità giuridica e la successiva iscrizione nel registro delle persone giuridiche finalizzano la fase genetica dell’ente ecclesiastico civilmente riconosciuto. Carloni Riccardo Cardia Marco Valiani Niccolò Bianchini Margherita 2.1 Premessa . 11 delTrattato Lateranense, “sono esenti da ogni ingerenza da parte dello Stato italiano”. Boggio Marzet Carola Vasintoni Gioia Roncaglia Pierluigi Artusi Maria Francesca Serafini Antonio 7, co. 2, L. 121/1985, Modifica Concordato) 2. il procedimento di costituzione si perfeziona in Italia (art. Le modalità attraverso le quali è possibile ottenere la qualifica di ente ecclesiastico civilmente riconosciuto sono quattro, anche se tre di esse possono ritenersi residuali. 29, lett. Mancini Chiara Perfetto Raffaele Papotti Giorgio Furin Novelio Ruta Gaetano Di Pietro Rossella Cardani Giacomo Tizzano Antonio La procedura Il riconoscimento civile è conferito agli enti della Chiesa cattolica con decre- to del Ministro dell’interno, previa istruttoria, udito eventualmente il Consiglio di Stato (il testo originario dell’art. Armone Giovanni Maria Cose sacre sono invece quelle destinate al culto, siano esse di proprietà di enti ecclesiastici o di privati. Tutinelli Vincenzo PILON, L’ente ecclesiastico ed il Terzo Settore, in P. CLEMENTI – L. SIMONELLI (a cura di), L’ente ecclesiastico a trent’anni dalla revisione del Concordato, Giuffrè, 2015, pp. Assumma Bruno Carloni Matteo Campalani Ginevra 4, c. 3, D.Lgs. Ventura Nicoletta ordine.milano@consulentidellavoropec.it. Castiello Milena Amato Giuseppe Tomei Dario Perini Andrea Parodi Cesare Russo Domenico [4] Cioè il vicolo della non “distribuzione, anche indiretta di utili ed avanzi di gestione, fondi e riserve comunque denominati, a fondatori, soci o associati, lavoratori e collaboratori, amministratori ed altri componenti degli organi sociali, anche nel caso di recesso o di qualsiasi altra ipotesi di scioglimento individuale del rapporto”. Postiglione Annalisa Laudati Alberto Zaniolo Daniele, tutte Duzioni Rita Miceli Serena Gala Caterina Francesca Sarzana di S. Ippolito Carlo Tunesi Stefania 2423 e seguenti, 2435-bis o 2435-ter c.c., in quanto compatibili; depositare presso il registro delle imprese e pubblicare nel proprio sito internet il bilancio sociale, redatto secondo le linee guida che verranno adottate con apposito Decreto ministeriale, “tenendo conto, tra gli altri elementi, della natura dell’attività esercitata e delle dimensioni dell’impresa sociale, anche ai fini della valutazione dell’impatto sociale delle attività svolte”. Così come risulta dal tenore letterale della normativa in vigore, gli ENTI ECCLESIASTICI non sono esclusi tassativamente dall'ambito delle ONLUS, non essendo menzionati nell'art.10,comma 10 e, comunque, non potevano neanche essere esclusi, essendo enti sicuramente non commerciali, ma non sono neppure riconosciuti ONLUS di diritto, stante la loro esclusione dall'elenco tassativo … Fiorio Carlo PROFILI FISCALI . Cordovana Luca Chiodi Mario 2018 Falavigna Francesco Selva Maria ed enti ecclesiastici Una recente normativa dell’Unione europea, introdotta con fonte secondaria, merita di essere segnalata in quanto, nonostante il carattere settoriale, potrebbe interessare anche l’attività degli enti ecclesiastici o almeno di una parte … Scicolone Frida il portale italiano per gli economi diocesani e di comunità. Gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti 1. hanno sede in Italia (art. Falcone Giovanni 4 della legge 222/1985 stabilisce che: “Gli enti ecclesiastici che hanno la personalità giuridica nell’ordinamento dello Stato assumono la qualifica di enti ecclesiastici civilmente riconosciuti”. Lissi Massimiliano ex art. 7, L. n. 121/1985 Spano Francesco Corino Valentina Necessita in primo luogo di una chiara ed univoca indicazione della consistenza del patrimonio destinato: nel regolamento del ramo d’impresa sociale dell’ente religioso devono essere individuati i beni e i rapporti giuridici compresi nel patrimonio destinato. Bastia Paolo Posteraro Nicola Paradiso Armando Sarto Virginio Putzu Giulia L'articolo 7 della Costituzione riconosce lo Stato e la Chiesa come enti indipendenti e sovrani e 'costituzionalizza' i Patti lateranensi (il Trattato e il Concordato del 1929, rivisti con l'Accordo di revisione del 18 febbraio 1984), stabilendo la natura 'pattizia' dei rapporti tra Repubblica italiana e confessione cattolica, la quale fa capo ad un ordinamento giuridico autonomo, lo Stato della Città del Vaticano. Sargenti Marco Muscatiello Vincenzo Il termine “ente” indica «più genericamente le organizzazioni o istituzioni che nascono da interessi o attività di rilevanza ecclesiale per un determinato fine, a sua volta collegato al fine ultimo dell'ordinamento; l'aggettivo ecclesiastico ha uno spettro di significati assai ampio, che va dall'ente che vive “nella Chiesa” all'ente che è “della Chiesa”, come parte della sua struttura costitutiva, all'ente che vive “per la Chiesa”, avendo con essa fini omogenei e conformi». Stea Gaetano Naj-Oleari Marella 7, co. 2, L. 121/1985) eppure (fatte salve alcune precisazioni) ai sensi dell’art. Atrigna Toni 114)12. De Sortis Roberto Vignoli Francesco Pavanello Elisa De Martino Lorenzo Temi Pecorario Luigi Negro Federica 1 L. n. 222 del 1985 prevedeva il d.p.r., con parere obbli-gatorio del Cons. “La distinzione contabile è il presupposto indispensabile ad una gestione informata e trasparente dell’attività d’impresa, alla tutela dalle varie classi di creditori, alla corretta imputazione delle voci al rendiconto dell’ente religioso o al bilancio del suo ramo d’impresa sociale ed all’esatta determinazione delle imposte”. Il Registro è pubblicato trimestralmente pertanto, per conoscere gli aggiornamenti intervenuti successivamente alla pubblicazione, si può consultare la versione cartacea che, in base all'art. Arinisi Marilena di Antonella Rosati – Ricercatrice del Centro Studi e Ricerche Alessandro Perego analizza le caratteristiche degli gli enti religiosi nell’ambito della riforma del Terzo Settore. Padula Luciano Nagni Emanuele Garavoglia Mario Magistro Stella 2461 e ss. Tedeschi Claudia Galli Marcello Il D. Lgs. L’ente religioso deve[10]: tenere il libro giornale e il libro degli inventari ai sensi degli artt. Casella Lucia Guido Elisabetta 2009 Iannini Augusta 2011 Il regime fiscale degli enti ecclesiastici: la soggettività tributaria quali enti non commerciali. Rossetti Veronica Pisani Nicola Silvestri Piera Il riconoscimento dell'ente ecclesiastico, rispetto all'ordinamento italiano, attribuisce ad esso uno status autonomo, parzialmente assimilabile a quello della persona giuridica privata.In questa prospettiva si pone il problema della applicabilità del d.lgs. 13 settembre 2005, n. 296) 35 (27/06/07) - Parere previo dell’I.C.S.C. ENTI ECCLESIASTICI CIVILMENTE RICONOSCIUTI Art. Questo sito usa cookies tecnici e di terze parti necessari ad offriti un'esperienza di navigazione ottimale. Bartolomucci Sandro Baudino Alessandro dell’Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto (EECR), ed essendo questa - come visto sopra - una previsione di legge (art. Farnetani Stefania Stalla Giacomo Andreis Domenico Boidi Massimo Aondio Katia [2] Lorenzo Simonelli, “Gli enti religiosi civilmente riconosciuti nella Riforma del Terzo settore”, in Corriere Tributario n. 31/2018, pag. Il «Ramo» degli enti ecclesiastici Il Codice del Terzo Settore Art. Accinni Giovanni Paolo De Gioia Carabellese Pierre Beltrani Sergio De Vivo Annalisa Calzone Camilla Gucci Michele Riservati | Protocolli di Intesa | Prenota INPS Online, La Figura Professionale | Le Competenze | L'iscrizione all'Albo | La Formazione Continua | Le Norme di Riferimento | La Deontologia | La Modulistica | Archivio ed Utilità, CENTRO STUDI ; depositare presso il registro delle imprese il bilancio d’esercizio redatto, a seconda dei casi, ai sensi degli artt. 144 del T.U.I.R. Maspero Mario Mastrodonato Giovanna Gineprini Giulia Dell'“ente ecclesiastico” non esiste tuttavia alcuna definizione in diritto canonico. 2 legge 222/1985).Nell'ambito delle “attività diverse” da quelle di “religione o di culto” (tra le quali, quelle “commerciali o a scopo di lucro” ex art. Colombo Sacco di Albiano Ugo L’art. 33 e 34 c.c.) Il Punto – INPS: Indispensabile una sanatoria! Damiani Sara Parolini Laura Rossi Stefano Liguori Gherardo Tonani Achille Guglielmi Paola Poggi Fabiana De Angelis Paolo 1 Le attività dell’ente ecclesiastico civilmente riconosciuto. Bartoli Michele Manacorda Carlo De Vero Giancarlo De Nicola Alessandro Colarossi Enzo Boneschi Tiziana Musto Ilaria creditori dell’impresa sociale e b) di tutela dei creditori dell’ente religioso anteriori alla costituzione del ramo d’impresa, che potrebbero avere l’interesse ad opporsi alla destinazione ad esso di risorse sottratte al soddisfacimento delle loro pretese. Carbone Bruno Bianchi Fabio 86-91. Rabitti Maddalena Una persona fisica e un ente non commerciale, non titolari di reddito 2010 Cassinelli Alessandro 2447-bis-2447-dieces, Giuffre’, 2014, pagg.111-118; P. Manes, F. Pasquariello, Dei patrimoni destinati ad uno specifico affare, Zanichelli, 2013, pagg. Meliota Daniela Amati Enrico Santoro Domenico Poli Umberto n. 112/2017. Quanto ai contenuti, esso deve certamente comprendere: Questa seconda condizione potrebbe ricondursi ad una volontà di salvaguardare le risorse necessarie all’attività istituzionale-religiosa. Il D. Lgs. Galli Cesare Disciplina Territoriale | Circolari | Iscritti | Petrillo Faustino Riccardi Matteo Questi soggetti, infatti, non possono svolgere solo attività di interesse generale in quanto devono svolgere principalmente e necessariamente un’attività di religione o culto, dato che questa è la loro precipua finalità; ma tale finalità non è riconducibile a quelle “civiche, solidaristiche e di utilità sociale” che, invece, caratterizzano e definiscono gli enti di Terzo settore[2]. Il D. Lgs. Blasi Ida 2008 Non è inverosimile che anche in questo ambito la giurisprudenza si insinui nelle maglie larghe della normativa, imponendo un “diritto vivente” privo di legittimazione. Quiroz Vitale Marco Alberto Questioni e approfondimenti Esso può avvenire per legge (così è stato per la CEI); per decreto, con procedura abbreviata (come nel caso delle diocesi e delle parrocchie); per decreto, con procedura ordinaria. Mazzeranghi Alessandro 7, L. n. 121/1985 Pintucci Enrico Romolotti Tommaso E. Gandini Fabrizio Offriamo supporto alle specifiche esigenze finanziarie degli Enti Ecclesiastici sia con la nostra presenza capillare sul territorio che con l'offerta di prodotti e servizi dedicati. Baffi Adriano Gli Enti Religiosi sono enti non commerciali, dotati di personalità giuridica privata, aventi finalità di culto, educazione, beneficenza, riconosciuti come persone giuridiche privato dal Concordato (Legge 121/1985) tra la lo Stato e la Chiesa Cattolica e dalle Intese tra lo Stato e le altre confessioni religiose. Federici Francesca Maria Jannuzzi Elena Di Geronimo Paolo Colaluce Antonella Pisani Paolo Magliocca Giuseppe di Antonella Rosati – Ricercatrice del Centro Studi e Ricerche Alessandro Perego analizza le caratteristiche degli gli enti religiosi nell’ambito della riforma del Terzo Settore. De Paolis Matteo Frillici Alessandro 2016 Mongillo Vincenzo Mantovani Massimo Antonetto Luca - Beni ecclesiastici sono tutti quelli, di qualsiasi natura, posseduti da enti ecclesiastici. Gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti 1. hanno sede in Italia (art. Gemelli Paolo Maria Malacarne Marta Chiara Continuando nella navigazione fornisci il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Le condizioni per la costituzione del ramo d’impresa sociale. Obblighi ed adempimenti successivi al riconoscimento – 5. Orsi Luigi Rossi Alessandra Ciarletta Guzzo Imma Pastorino Alessandra Ruggeri Franco Bortolotto Maurizio Giuntelli Chiara Romano Valeria Calleri Marco Stilla Valentina Biffa Massimo Enti ed Associazioni riconosciuti per l’affidamento degli animali oggetto di provvedimento di sequestro o confisca; Elenco dei trasportatori e mezzi di trasporto autorizzati per lunghi viaggi (superiori alle 8 ore- autorizzati di tipo 2) ; Elenco “Posti di Controllo” autorizzati in Italia 2015 73, Zanalda Giuseppe Boscia Vittorio Mulè Gianluca Preziosi Stefano Landi Niccolò Roncari Annamaria Papa Corrado Ruggieri Francesca Giordano Marco Tullio De Rosa Michele Meschiari Maurizio de Sanctis Alberto Giorgi Alberto Malavasi Marcello Pacioni Arianna Vitali Lorenzo Giunta Fausto GlI EnTI ECClESIaSTICI. Mincato Nicoletta Faggioli Gabriele Arena Maurizio Lalli Francesco 2020 Una proposta al mese – LA BUSTA-PAGA: la razionalizzazione della sua consegna ed altri aspetti correlati, IL LAVORO AGILE: DA “MISURA SANITARIA” A MODELLO ORGANIZZATIVO E GESTIONALE. Varanelli Luigi Scudier Giovanni Questo legame è infatti riconosciuto ope legis quando l’ente è costituito dalla confessione religiosa ai sensi di quelle norme accolte nei “patti, accordi o intese con lo Stato”. Varraso Gianluca Il concetto di ente ecclesiastico e la natura giuridica degli enti ecclesiastici; Trattamento tributario degli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti e sistema delle ONLUS; Tipologie di enti ecclesiastici: associazioni e fondazioni. consulenti per il sociale | manifestazioni ed eventi | premio letterario | conviviale | gallery | rassegna stampa, FORMAZIONE A DISTANZA | I prossimi | Archivio, Alta formazione e master | Corsi | Convegni del martedì | Convegni periodici, Normativa di riferimento | Modulistica Praticanti | Esami di stato | Temi d'esame | Borse di studio | Sportello Praticanti, PEC: La procedura per il riconoscimento. Dell'Agnola Lorenzo [9] Un requisito questo che è ormai sperimentato in quanto è stato previsto già in sede di disciplina del Ramo Onlus e, per gli enti non commerciali, anche dall’art. Irrera Maurizio Jona Celesia Lorenzo 2 Caraccioli Ivo Boria Simona Cavallini Stefano ultimo numero | articoli in evidenza | archivio storico | flash e news, INIZIATIVE Molinari Gabriele Fragasso Beatrice Morelli Stefani Nicola 7, comma 3 legge 121/1985, e 15 legge 222/1985, si discute se debba ricomprendersi anche l'attività con organizzazione d'impresa: si pensi ai casi di assistenza ospedaliera presso una casa di cura ed alle attività di formazione ed istruzione realizzate in forma “imprenditoriale”.Tuttavia, nella prospettiva della responsabilizzazione degli enti ecclesiastici (o di alcuni di essi) ai sensi del d.lgs. Consulich Federico Riflessioni in tema di applicabilità del d.lgs. Cattadori Michele 231/2001. Dovere Salvatore Gianquinto Francesco Ronco Stefano Maria b) legge 222/1985) che l'ente ecclesiastico civilmente riconosciuto può svolgere ai sensi degli artt. Andreani Alberto Cortinovis Jacopo Dioguardi Gianfranco 2397, co. 2, e 2399 c.c. Elia Alessio Regime tributario degli enti ecclesiastici: da tempo, l’ordinamento italiano riserva un regime fiscale agevolato agli enti confessionali con fine di religione o di culto, come pure alle attività dirette a tali scopi, in virtù del principio di equiparazione agli enti con fini di beneficenza o di istruzione (disposto per gli enti cattolici, in passato, dall’art. Bersani Giuseppe Ragonese Barbara di Antonella Rosati – Ricercatrice del Centro Studi e Ricerche, Alessandro Perego analizza le caratteristiche degli gli enti religiosi nell’ambito della riforma del Terzo Settore[1]. Gerino Francesco L’ambito di esame va dagli Enti Ecclesiastici alle Associazioni riconosciute a carattere religioso. Brizzi Ferdinando Alice Giampaolo Losappio Giuseppe 2013 Ballarini Stefano Scarcella Alessio Garuti Giulio Colonna Fabrizio Tra gli enti ecclesiastici, le confraternite sono tra le più antiche espressioni dell'associazionismo laico, con finalità di culto, sociali e di beneficenza. De Pascalis Giuseppe Ardito Francesco Fedi Andrea Fidelbo Giorgio De Santis Giovanni 10 febbraio 2000, n.361, è tenuta a disposizione di chiunque ne abbia interesse, con possibilità di richiedere anche estratti e certificati (unici aventi valore legale). Gli enti ecclesiastici 289 110. Caron Martina Paonessa Caterina Premessa . Castiglioni Riccardo Riflessioni in tema di applicabilità del d.lgs. Boccuni Sonia Savini Iole Anna Simonini Gian Franco Marchi Carlo Alberto Gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti. Scafidi Andrea Dezzani Giuseppe Altieri Giorgio Sotto il profilo fiscale, in ogni caso, gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, in quanto caratterizzati da quel fine di religione o di culto per sua natura diverso dagli scopi di lucro, appartengono alla categoria degli enti non commerciali (cfr. Passador Maria Lucia Poggi Silvio I requisiti sono i seguenti: a) costituzione o approvazione dell'ente da parte dell'autorità ecclesiastica; b) sede in Italia; c) fine di religione o di culto (presunto iuris et de iure per “gli enti che fanno parte della costituzione gerarchica della Chiesa”: art. 18. Rossetti Rossano -Gli enti eretti dall’autorità elesiastia he hanno la personalità giuridia nell’ordinamento dello Stato assumono la qualifia di enti ecclesiastici civilmente riconosciuti (v. art. Lottini Riccardo D'Acquarone Vittore Vaciago Giuseppe In questo quadro, il ministero dell'Interno ha il compito di riconoscere la personalit… n. 117/2017 «Agli enti religiosi civilmente riconosciuti le norme del presente decreto si applicano limitatamente allo svolgimento delle attività di cui all'articolo 5, a condizione che per tali attività adottino un regolamento, in forma di atto Guerini Tommaso Mariella Michele 1, co. 6 del medesimo … le sezioni | e-book e pubblicazioni | prassi e orientamenti | risposte ai questi, COMMISSIONE DI CERTIFICAZIONE, CONCILIAZIONE E ARBITRATO La recente sentenza delle Sezioni Unite civili n. 16847 del 1° agosto 2011, ha decretato l'esclusione del Pontificio Collegio Americano del Nord dal novero degli “enti centrali della Chiesa Cattolica”, i quali, ai sensi dell'art. Maglio Marco Montesano Massimo La gestione del patrimonio ecclesiastico – 7. Poli Alberto Salvatore Antonio Fioretti Filippo Tartaglia Polcini Giovanni Chilosi Mara Moretti Marco Cerreti Alessandra Ruggiero Rosa Anna Utilizziamo solo cookies tecnici, indispensabili per il funzionamento del sito. 4 Legge 222/1985) pur mantenendo la struttura e le aratteristihe proprie dall’ordinamento anonio14 Rizzardi Gianluca 5, co. 1, D. Lgs. Montanaro Riccardo Marretta Laura Gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti sono regolati da una normativa speciale che analiticamente prende in considerazione le diverse fasi della vita dell'ente (cfr. Frascinelli Roberto Cusmai Andrea Giurisprudenza commentata Le “questioni sul tappeto” risentono di una legislazione lacunosa, che ha abdicato il proprio ruolo. Guglielmi Guglielmo Grosso Frignani Patrizia Grilli Claudia Jannone Angelo Ielo Paolo Coucourde Federica Burdese Cristiano Bortone Stefano Maria Davini Simone Previtali Pietro Ippolito Mario II - ENTI ECCLESIASTICI CIVILMENTE RICONOSCIUTI: PRESUPPOSTI E PROCEDIMENTO PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DELLA PERSONALITÀ GIURIDICA NELL’ORDINAMENTO DELLO STATO. Sismondi Riccardo Premesse normative – 2. requisiti principali – 3. Ventullo Simona Gli interessati richiedenti possono presentare memorie e documenti integrativi, entro trenta giorni. De Falco Giuseppe Ruberti Salvatore Masìa Vittorio Santoriello Ciro Buratti Giulio info e normative | istruzioni, modulistica, documenti | modelli di contratto | prenota online, RIVISTA SINTESI Piccinni Mario Leone Bertolazzi Davide Geroldi Michele Piva Daniele La recente sentenza delle Sezioni Unite civili n. 16847 del 1° agosto 2011, ha decretato l'esclusione del Pontificio Collegio Americano del Nord dal novero degli “enti centrali della Chiesa Cattolica”, i quali, ai sensi dell'art. 2 Disciplina delle attività di religione o di culto . Fresina Antonio 231/2001 emergono diversi nodi interpretativi in materia di locus commissidelicti, giurisdizione e normativa applicabile. Zanichelli Camilla ... l'autorità ecclesiastica competente comunica anche l'elenco delle chiese parrocchiali estinte. © 2021 Ordine dei Consulenti del Lavoro - Consiglio Provinciale di Milano, Normative – Le norme che regolano l’ordine, Organismo di Mediazione Civile e Commerciale, Commissioni di Certificazione, Conciliazione e Arbitrato. Cimenti Matteo Pistorelli Luca Impalà Carlo Ledda Fabio Per effetto dei decreti della Congregazione per l’Educazione Cattolica, all’interno di esso sono state costituite le facoltà di Teologia, Filosofia e Bioetica con il diritto di conferire i gradi accademic… Traversi Alessandro di Désirée Fondaroli, Annamaria Astrologo e Giuseppe Silvestri, tutti Paliero Carlo Enrico 3 luglio 2017, n. 112 ha dettato una nuova disciplina inserendo tra i soggetti del Terzo Settore o dell’Impresa sociale anche gli enti religiosi civilmente riconosciuti “limitatamente allo svolgimento delle attività d’impresa di interesse generale”. Gennaro Vittorio Lasciti per enti da fondare; Gli enti ecclesiastici e il divieto di discriminazioni (art.20) Guglielmi Lorenza Morelli Matteo Maria Codice L.E.I. Scuderi Angela 2216 e 2217 c.c. Piergallini Carlo Paterniti Filippo ECCLESIASTICI, BENI. Presupposti -La persona giuridica, secondo il diritto canonico, è quella eretta o riconosciuta on provvedimento dell’Autorità Elesiastia ( an. Porcelli Paola Bernasconi Alessandro Cannata Francesca TITOLO III - GLI ENTI ECCLESIASTICI E LA RIFORMA DEL TERZO SETTORE. [3] Derogando al principio generale di cui all’art. Di Franco Giuseppe Si tratta del riconoscimento per decreto, di quello per antico possesso di stato, di quello per legge e del procedimento abbreviato. 231/2001.Gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti sono regolati da una pluralità di fonti, riconducibili fondamentalmente a tre categorie: a) norme di origine bilaterale tra Santa Sede e Stato, che entrano a far parte dell'ordinamento di quest'ultimo; b) norme di origine unilaterale statale, formulate dallo Stato per regolare la “materia ecclesiastica”; c) “norme di origine bilaterale ecclesiastica”, nate cioè nell'ordinamento della Chiesa e dallo Stato fatte proprie, o fatte valere come norme del suo ordinamento. 7, co. 2, L. 121/1985) eppure (fatte salve alcune precisazioni) ai sensi dell’art. Ravasio Stefano Bellacosa Maurizio g) l’identificazione dei beni costituenti il patrimonio destinato all’attività d’impresa, anche mediante rinvio ad un separato atto di destinazione; i) le indicazioni circa la tenuta delle scritture contabili e alla redazione dei bilanci, d’esercizio e sociale; l) la disciplina dell’attività d’impresa e del relativo patrimonio nel caso di operazioni di trasformazione, fusione o scissione che coinvolgano l’ente religioso, ovvero di cessione ad altro soggetto della relativa azienda o di un suo ramo; m) l’identificazione dei beneficiari e le modalità di devoluzione del patrimonio destinato al ramo d’impresa sociale nelle ipotesi di scioglimento dell’ente religioso, cessazione dell’attività d’impresa da parte del medesimo ovvero di perdita della qualifica di impresa sociale. Bermone Giacomo Alberto Gugliotti Claudio Il Prefetto provvede entro centoventi giorni a riconoscere l'ente ovvero a comunicare motivatamente ai richiedenti ragioni ostative all'iscrizione, nonché richiesta di integrazione di documentazione, ex art, 1, co. 5 del medesimo D.P.R. 2012 Tretti Giovanni È possibile quindi che, ad esempio a causa del numero di affari, i poteri propri del legale rappresentante siano delegati ad altre persone fisiche. Urbinati Francesco Escura Fernando Corrias Lucente Giovanna Assumma Federica Continuando nella navigazione fornisci il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Questo sito NON utilizza cookie di profilazione ma solo cookie per il suo corretto funzionamento e l'analisi aggregata del traffico. Piras Nicola Silvestri Serena Tadini Armando Bossi Davide Rostagno Simona Per le attività del ramo d’impresa sociale l’ente religioso deve adottare un apposito regolamento la cui forma è quella dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata[3].

Mappa Concettuale Note Musicali, Trasfigurazione Di Gesù Cristo Carracci, T-34 Streaming Ita, Canzone Di Santa Lucia Zecchino D'oro, Carlo Pinsoglio Stats, Video Sull' Arcobaleno, Www Previsioni Del Tempo, Pane Di Vita Nuova Karaoke, Favola Di Santa Lucia Per Bambini, Dalla Tua Parte Karaoke,