Cliccando sulle parole in grassetto blu, si accede ad un’altra pagina con degli esercizi specifici. FRIC828001@pec.istruzione.it L’articolo presenta un’esperienza di integrazione scolastica di un’alunna con Disturbo dello Spettro Autistico nella scuola secondaria di primo grado, descrivendola a partire dalla programmazione dell’attività didattica. Alla base di ogni buon progetto risiede sempre un’attenta pianificazione. 7. endobj Iscriviti a Facebook per connetterti con Anna Maria Piazza e altre persone che potresti conoscere. 3_�6;�KL�K�c'��n�7��*�ٺ���[� Il soggetto affetto da Autismo ha bisogno di strutturazione. Sarà quindi necessario sviluppare dei programmi di generalizzazione attiva delle acquisizioni: l’apprendimento in un dato ambiente è solo l’inizio del programma educativo, perché è altrettanto importante estendere le competenze acquisite all’ambiente familiare o in altre situazioni. Le persone autistiche sono sottoposte allo stress quotidiano  più delle altre persone a causa di una sensibilità più acuta e della nostra difficoltà di decifrare le loro sensazioni. j�$P}�l6��w}�XU{� ��B2;5t��N��5�W %PDF-1.4 Quando il compito è terminato verrà riposto nella relativa scatola sullo scaffale di destra, in modo che in ogni momento sia chiaro quanto lavoro è stato eseguito e quanto ne resta da eseguire. PER I BAMBINI AUTISTICI. L’insegnante di sostegno è una figura importante, ora come ora ancora più importante di prima, perchè è un ruolo che non viene assegnato soltanto al disabile, ma all’intera classe, di conseguenza il suo compito non è più limitato al ragazzo certificato, ma volto ad integrare e ad includere. È importante servirsi della collaborazione dei genitori: nel caso dell’autismo i rapporti di collaborazione fra genitori e tutti gli operatori che lavorano con il bambini sono un requisito indispensabile del processo educativo. Esperienze attivate Rilevazione , durante le discussioni , delle esperienze dei bambini nei vari contesti di Così ci dovrà essere uno spazio di lavoro individuale, uno spazio di riposo, uno spazio di attività di gruppo e uno spazio dedicato al tempo libero, ognuno chiaramente delimitato e contrassegnato da opportuni simboli di identificazione. Via Torrione dei Nobili, 2 - 03022 Boville Ernica (FR) - C.F. Anche l’aiuto verbale naturalmente può essere utilizzato; in questo caso è utile usare parole semplici, essenziali e sempre uguali per una stessa spiegazione. -Riflessioni in gru ppo su quanto Mappa - Caccia al tesoro Immagine con etichette. PER I BAMBINI AUTISTICI. 80012790608 - C.M. Schede didattiche sostegno scuola primaria e secondaria I miei libri con Il Battello a Vapore , Einaudi , Feltrinelli , Lapis e SEF Libri 6 – 9 anni Libri 10 – 12 anni Libri dai 12 anni Libri gialli per ragazzi La strutturazione e la prevedibilità dell’ambiente e l’adeguatezza delle richieste, nonché la chiarezza, la concretezza e la stabilità dei messaggi sono la prima condizione per evitare una situazione di stress permanente. Scuola dell’Infanzia “Maria Bambina” Ist.Canossiano UNITA’ D’APPRENDIMENTO N°3 esperienza realizzata con i bambini di 3 anni Dal 7 gennaio – al 14 marzo &�s��Î��E��Ajr�ݢ�Y +�9��f�N�w�jK� a�� �H �n�=fȳNV�g�!q�}3& -� ~p��@sm��C�{�J��t7YA. Tecniche e soluzioni didattiche per insegnanti efficaci. © 2020 DIDATTICA PERSUASIVA del "Dott. STRATEGIE DI INTERVENTO CON I BAMBINI AUTISTICI. Primaria Italiano. Biblioteca personale Questa pagina è impostata in base agli obiettivi cognitivi esercitati. A quale causa possiamo attribuire questo comportamento? Javascript not detected. UdA-2017-18 anni tre infanzia UdA-2017-18 anni quattro infanzia UdA-2017-18 cinque anni infanzia UdA accoglienza classi prime scuola primaria U.D.A- accoglienza classi seconde primaria UDA-ACCOGLIENZA-TERZE-PRIMARIA Uda accoglienza classi quarte primaria UDA-ACCOGLIENZA-QUINTE-PRIMARIA Uda accoglienza sec. Una delle più rilevanti teorie della neuropatologia dell’autismo sostiene che il cer - vello cresce precocemente durante il primo periodo di vita post natale seguito da una decelerazione nella crescita. Via Torrione dei Nobili, 2 - 03022 Boville Ernica (FR) - C.F. Sportello Autismo Italia (SAI), progetto attivato dal Ministero dell’Istruzione che, con un approccio peer teaching diventa oggi una consulenza preziosa, attuata dai 450 docenti operatori specializzati, con il supporto dei CTS per la condivisione di buone pratiche, la proposta di soluzioni didattiche e la condivisione di materiale didattico multimediale. I punti salienti per la valutazione della prova orale sono contenuti nell’allegato B del bando di concorso. La strutturazione tuttavia non deve significare rigidità, ma deve essere flessibile, costruita in funzione dei bisogni e del livello di sviluppo del singolo bambino e soggetta a modifiche in ogni momento; né deve essere fine a se stessa, ma rappresentare un mezzo per aiutare una persona in difficoltà a causa della propria impossibilità a comunicare. Qualsiasi variazione di orario deve I problemi di comportamento non fanno parte della “personalità autistica“, né sono un requisito fondamentale per la diagnosi di autismo, ma, poiché le persone autistiche hanno molte difficoltà a comprendere il nostro mondo e i nostri codici sociali sono per loro estranei e incomprensibili, le manifestazioni di comportamento inappropriate e problematiche possono costituire l’unica espressione possibile del loro disagio e delle loro difficoltà. Infatti può essere difficile per il bambino all’inizio di un programma educativo comprendere per quale motivo debba eseguire dei compiti. - Gli insegnanti di sostegno sono formati oggi con un titolo di specializzazione polivalente, che non comprende un percorso di studi specifico per il trattamento dell'autismo. immagini o, in qualche caso, i gesti: la riduzione dei problemi di comportamento è il miglior test per capire se la persona è stata correttamente valutata e se il programma individuale è davvero adatto alle sue potenzialità e ai suoi bisogni. I grado Uda accoglienza prime sec. La sezione, composta da 15 bambini, si presenta, Quando la comunicazione è deficitaria, e alla necessità si aggiunge lo stress dell’impossibilità di farsi capire, vengono facilmente a presentarsi problemi comportamentali. Javascript required for this site to function. Progetti, programmazioni e laboratori per la scuola primaria. Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook: DIDATTICA PERSUASIVA. È importante che, una volta disposto secondo le indicazioni visive, il compito sia “autoesplicativo”, cioè comprensibile senza bisogno di spiegazioni: incastri, puzzle o lavori di montaggio sono esempi semplici di questo genere, ma con un po’ di fantasia qualunque compito può essere presentato in modo che si spieghi da sè. Naturalmente tale modus operandi è valevole anche per l’UDA, inteso appunto come strumento progettuale finalizzato al raggiungimento di un risultato concreto e tangibile. (Unità di Apprendimento) CLASSI PRIME Anno Scolastico 2016-2017 . AUTISMO AD ALTO FUNZIONAMENTO ... INDICAZIONI NAZIONALI 2012 (per infanzia, primaria e secondaria di I grado) LINEE GUIDA Licei, Tecnici e Professionali (per scuole superiori) ... reti di sostegno informali, amicizie, gruppi di apprendimento cooperativo, I grado Uda accoglienza prime sec. Se su questo pianeta dovesse improvvisamente cambiare tutto, una persona normale si preoccuperebbe, soprattutto se non capisse il significato di questo cambiamento. In questo caso è importante che il gesto sia dosato in modo da comunicare un incoraggiamento e che abbia una valenza esplicativa che il bambino è perfettamente in grado di capire; non deve costituire una costrizione. Le UdA Uno degli strumenti della didattica per competenze è la cosiddetta unità di apprendimento. Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Avendo dei problemi di comunicazione non possono comunicare il proprio stato e non sanno che cosa ci si aspetta da loro, e questa incertezza aumenta lo stress. Al termine di ogni attività ogni relativo simbolo verrà spostato dal bambino in un altro apposito spazio che registra il tempo trascorso: in questo modo gli sarà possibile sapere in ogni momento quanto tempo è passato e quanto ne manca prima di tornare a casa. Il soggetto affetto da Autismo ha bisogno di strutturazione. FRIC828001@pec.istruzione.it Io Cresco sito con materiale e indicazioni sulla metodologia ABA per autistici adatto a tutti gli ordini di scuola STRATEGIE DI INTERVENTO CON I BAMBINI AUTISTICI. II grado Uda accoglienza seconde sec. I problemi di comportamento non fanno parte della “, Sarà inoltre necessario potenziare la capacità di comunicazione e eventualmente utilizzare forme di comunicazione più adatte alla persona autistica, come le. Il soggetto affetto da Autismo ha bisogno di strutturazione. SCUOLA PRIMARIA U. D. A. RISORSE CONSIGLIATE PER TE CHE COSA È IL METODO T.E.A.C.C.H. <>stream Qualsiasi variazione di orario deve INTERVENTO EDUCATIVO PERSONALIZZATO (PEI) di un Alunno di 5° Elementare con Diagnosi di Autismo 0 Pubblicato da Redazione Mar, 26 Marzo 2013, 10:20 Relazione su un INTERVENTO EDUCATIVO PERSONALIZZATO (PEI) di un Alunno di 5° Elementare con Diagnosi di Autismo. Anna Maria Piazza è su Facebook. Quando il compito è terminato verrà riposto nella relativa scatola sullo scaffale di destra, in modo che in ogni momento sia chiaro quanto lavoro è stato eseguito e quanto ne resta da eseguire. Docenti di Classe Prima della Scuola Primaria PIANO DI LAVORO UDA SPECIFICAZIONE DELLE FASI Fasi Attività Strumenti Evidenze osservabili Esiti Tempi Valutazione 1 Pr es ntazio d l progetto agli alu n ni. Post su UDA per alunno sordo scritto da diversitutti. Concorso Sostegno 2016 Scuola dell’infanzia Lezione Simulata Candidata: Coppola Alessandra . L’ambiente di lavoro organizzato in spazi chiaramente e visivamente delimitati, ognuno con delle funzioni specifiche chiaramente visualizzate, consente al bambino di sapere con precisione ciò che ci si aspetta da lui in ogni luogo e in ogni momento. Questa “agenda” dovrà essere fatta anche quando “apparentemente” il bambino ha capito cosa deve fare. 2 0 obj L’aiuto risponde alla domanda “come?”. UdA-2017-18 anni tre infanzia UdA-2017-18 anni quattro infanzia UdA-2017-18 cinque anni infanzia UdA accoglienza classi prime scuola primaria U.D.A- accoglienza classi seconde primaria UDA-ACCOGLIENZA-TERZE-PRIMARIA Uda accoglienza classi quarte primaria UDA-ACCOGLIENZA-QUINTE-PRIMARIA Uda accoglienza sec. Come promesso agli insegnanti specializzati nelle attività di sostegno, che hanno seguito il Laboratorio di “Didattica per le disabilità sensoriali” che ho tenuto nell’AA 2013-14, ecco pubblicata una nuova proposta, elaborata dagli stessi come attività conclusiva (se vuoi saperne di più, clicca sul link). Sarà quindi necessario sviluppare dei programmi di generalizzazione attiva delle acquisizioni: l’apprendimento in un dato ambiente è solo l’inizio del programma educativo, perché è altrettanto importante estendere le competenze acquisite all’ambiente familiare o in altre situazioni. I commissari sono incaricati di valutare la padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di Progettazione Didattica anche mediante l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il bambino disporrà di uno schema di lavoro posizionato presso il tavolo di lavoro, costituito ad esempio da lettere dell’alfabeto o da numeri, ognuna delle quali è riportata su una scatola di lavoro. L’importante non è mirare presto al grado di comunicazione più difficile, ma raggiungere la capacità di utilizzare autonomamente le proprie attività. L’allievo con autismo nella scuola secondaria. Scuola Primaria: 22 ore settimanali + 2 ore di programmazione settimanale. FRIC828001 0775379008 0775379008 FRIC828001@istruzione.it P.E.C. E’ importante che ogni spazio sia dedicato ad una singola attività: in questo modo sarà molto facile per il bambino orientarsi da solo e raggiungere presto una autonomia di movimento che sarà per lui molto gratificante. Non esistono purtroppo ricette prefabbricate applicabili ad ogni problema: ogni situazione dovrà essere vagliata, non prima di aver provveduto ad adattare l’ambiente e lo stile comunicativo alla diversità della persona autistica. 1 0 obj Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi Alunni delle classi prime Cervo Angela Pennino Anna Bombino Silvia Settembrini Maria Carmela ... Scuola primaria U.d.A. Pensiamo a un bambino con autismo, Giulio, nel cortile della scuola d’infanzia in una mattina di sole: tutti gli altri bambini giocano a rincorrersi, mentre lui si mette in un angolo a giocare con la sabbia. Il lavoro da svolgere sarà presentato in modo chiaro: ogni compito è contenuto in una scatola sullo scaffale di sinistra, ogni scatola contrassegnata da un simbolo (lettera o numero), a seconda del livello di sviluppo e delle capacità del bambino). Strategie didattiche per bambini con autismo Come aiutarli ad apprendere 31 marzo 2019. F. 84.9) e ritardo mentale lieve (ICD 10 cod. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. n. 2 Titolo B come “Bravura” ISTITUTO COMPRENSIVO COSENZA 1 - … I campi obbligatori sono contrassegnati *, Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina. Ogni soggetto dovrà disporre di una sua “agenda“ giornaliera, costituita da una sequenza di oggetti, di immagini o di parole scritte, a seconda delle sue abilità, ordinati dall’alto verso il basso . Come promesso agli insegnanti specializzati nelle attività di sostegno, che hanno seguito il Laboratorio di “Didattica per le disabilità sensoriali” che ho tenuto nell’AA 2013-14, ecco pubblicata una nuova proposta, elaborata dagli stessi come attività conclusiva (se vuoi saperne di più, clicca sul link). Scuola Secondaria di primo grado: 18 ore settimanali. La progettazione di una Uda è funzionale allo svolgimento della prova orale prevista nel bando. modelli relazione situazione iniziale s primaria April 10th, 2019 - Scuola Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria 1° Scuola ad indirizzo musicale modelli relazione situazione iniziale s primaria relazione iniziale presentazione classe doc Scritto martedì 4 Ottobre 2016 E vietata ogni riproduzione anche parziale senza l autorizzazione scritta del proprietario del copyright LE CARATTERISTICHE DEL BAMBINO CON DISLESSIA. Cerca nel più grande indice di testi integrali mai esistito. Vari aspetti dell'autismo La gravità e la sintomatologia dell'autismo variano molto da individuo a individuo e tendono nella maggior parte dei casi a migliorare con l'età, in particolare se il ritardo mentale è lieve o assente, se è presente il linguaggio verbale, e se un trattamento terapeutico valido viene intrapreso in … di Chiaracerio0. Essa rappresenta un segmento, più o meno ampio e complesso del curricolo e si propone di far conseguire agli allievi competenze attraverso l’arti olazione di abilità e conoscenze. Scuola primaria classe 5/… Per la lingua italiana e per la matematica, si è preferito presentare tale piano di studio annuale, comunque il bambino seguirà, per sommi capi, la programmazione redatta per la sua classe. <�2� ��GaKY�c���C�tE��F�q��K�EW�LtwG�)/CreationDate(�lVk7F�.|��M�U.��4�>)/ModDate(�lVk7F�.|��M�S.��4�>)/Title(�~L��&� �?��w�+�i �O�@ )/Author(�pL��&� \n�?��8�/�o �O�@)/Subject(6�YL��&� �?��w�j�5 �O�@P� 5)>> Un altro aiuto può essere di tipo visuale: è un aiuto di questo tipo indicare con il dito, o anche, ad esempio, spostare un oggetto dal posto sbagliato al posto giusto, o ancora una dimostrazione pratica di come eseguire il compito, purché naturalmente da parte del bambino ci sia la necessaria attenzione. Naturalmente all’inizio il bambino dovrà essere aiutato dall’educatore o dall’insegnante. %���� Primaria Classe prima Sostegno Autismo Matematica Italiano. Leonardo Povia. Pedagogista, Insegnante specializzato, Formatore, Padre di Marco, Autore, Blogger. Ecco alcuni esempi di attività di potenziamento delle abilità cognitive e delle funzioni esecutive utili per gli alunni con gravi disabilità cognitive e quindi che seguono una programmazione ad obiettivi differenziati. Please enable it in your browser settings and refresh this page. L’autismo è così. A tale scopo si interverrà, laddove necessario, con adeguate semplificazioni della forma di … I tanti docenti in attesa della pubblicazione dei calendari dei colloqui orali del concorso docenti infanzia primaria, nei vari gruppi Facebook dedicati, hanno espresso la preoccupazione di presentarsi all’appuntamento preparati. Il lavoro viene eseguito da sinistra verso destra perché questa è l’organizzazione tipica della cultura occidentale. -Ricerca di informazioni su I ter et-Osservazione e raccolta fotografica di immagini delle varie realtà. DIDATTICAPERSUASIVA è un idea del Dott. Risponde in modo chiaro e concreto alla domanda “Perchè?”. Il grado maggiore di aiuto è costituito dall’aiuto fisico. I problemi di comportamento della persona autistica non sono che la punta dell’iceberg sommerso delle sue difficoltà: un sistema di comunicazione insufficiente la conduce ad esprimere le proprie necessità in una forma diversa dal linguaggio, attraverso atti distruttivi, aggressivi, auto-aggressivi o inappropriati. 80012790608 - C.M. 7 STRATEGIE DI INTERVENTO CON I BAMBINI AUTISTICI. Guarda cosa ha scoperto Anna Maria Depperu (annamariadepperu) su Pinterest, la raccolta di idee più grande del mondo. Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook: Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Consigli per la gestione dei fattori di distress psichico associati per persone con disabilità intellettiva e autismo con necessità elevata di supporto. Così si sente l’autistico quando le cose cambiano (Therese Joliffe). AUTISMO: IL PERCORSO DI G. Diagnosi clinica L’alunno G. è affetto da disturbo evolutivo globale (ICD 10 COD. 2 APRILE GIORNATA AUTISMO Colpisci la talpa. Una guida completa per insegnanti di sostegno Il più importante programma di stimolazione logica e cognitiva:oltre 9.000 schede, per un totale di 27.000 prove-stimolo, distribuite in undici livelli, uno per ogni età mentale o cronologica. CHE COSA È IL METODO T.E.A.C.C.H. Pur avendo raggiunto l’età per accedere alla scuola elementare, nel corso dell’ultimo G.L.H. Per quanto tempo? Se desideriamo aiutare la persona autistica, tocca a noi decodificare i suoi messaggi: osservarne il comportamento nel contesto che ne darà la chiave della sua interpretazione: analizzare e comprendere i problemi è il primo passo per individuare una strategia di intervento adeguata, che sarà sempre tesa a valorizzare la persona e a permetterle di superare le proprie difficoltà. Tuttavia, anche quando si sia provveduto ad adattare l’ambiente e a mettere in atto un programma individuale adeguato, ad instaurare una forma di comunicazione efficace, possono presentarsi comunque. Acronimo di Unità Didattica di Apprendimento, l’UDA è sia strumento progettuale che indirizzo metodologico e rientra a buon titolo nella categoria della pedagogia del fare.. Caratteristiche dell’UDA. Vari aspetti dell'autismo La gravità e la sintomatologia dell'autismo variano molto da individuo a individuo e tendono nella maggior parte dei casi a migliorare con l'età, in particolare se il ritardo mentale è lieve o assente, se è presente il linguaggio verbale, e se un trattamento terapeutico valido viene intrapreso in età precoce. Esperienze attivate Rilevazione , durante le discussioni , delle esperienze dei bambini nei vari contesti di Il bambino autistico tende ad associare l’apprendimento con una data situazione o ad un ambiente: ha difficoltà a generalizzare il suo comportamento. Sarà inoltre necessario potenziare la capacità di comunicazione e eventualmente utilizzare forme di comunicazione più adatte alla persona autistica, come le immagini o, in qualche caso, i gesti: la riduzione dei problemi di comportamento è il miglior test per capire se la persona è stata correttamente valutata e se il programma individuale è davvero adatto alle sue potenzialità e ai suoi bisogni. Tale programma inizia dal livello zero dedicato ai bambini con un’età cronologica o mentale di 7-8 mesi, per arrivare al livello dieci utilizzabile dai ragazzi con un’età cronologica o mentale di dieci a… Questo per il posto comune, mentre per quanto riguarda il sostegno si misurerà la competenza del candidat… Post su UDA per alunno sordo scritto da diversitutti. LA MIA GIORNATA: sistema ogni azione nel giusto tempo Organizza per gruppo. L’aiuto r. Il bambino autistico tende ad associare l’apprendimento con una data situazione o ad un ambiente: ha difficoltà a generalizzare il suo comportamento. Autismo . STRUMENTI COMPENSATIVI: QUALI SONO E PERCHÈ APPLICARLI. 2 UNITÀ DI APPRENDIMENTO N° 1 (dal 29 settembre al 30 novembre) BISOGNI / INTERESSI DEGLI ALUNNI § Riconoscere ed utilizzare i segni grafici e i suoni dell’alfabeto. In un piano educativo dedicato a persone con autismo è fondamentale perseguire obiettivi di inclusione, di apprendimento, di abilità sociali, comunicative, comportamentali. L’insegnante di sostegno predispone una proposta d’orario nel rispetto dei isogni dell’alunno, on ordato con i colleghi e il Dirigente Scolastico (modello fornito dalla scuola). Dalla Fondazione Mariani, un importante documento che contiene indicazioni e consigli per la gestione dei fattori di distress provocato dall'emergenza Covid-19. STRATEGIE DI INTERVENTO CON I BAMBINI AUTISTICI. Anche una persona autistica dotata di un vasto vocabolario, una pronuncia e una capacità sintattica corretta, può non essere in grado di capire le nostre aspettative nei loro confronti, o quale messaggio sia chiaro per noi: per interpretare un messaggio infatti è necessario comprendere non solo le parole o la frase, ma anche il suo contesto passato e presente. Quello che è importante sottolineare è che la struttura di tempo e spazio non è fine a se stessa, né un obiettivo da raggiungere, bensì uno strumento evolutivo, un mezzo per aiutare la persona autistica a raggiungere una migliore padronanza del proprio ambiente e della propria vita. Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Spesso ci si appella alla loro buona volontà , allo studio personale o alle competenze che maturano nel tempo. importante che, una volta disposto secondo le indicazioni visive, il compito sia “autoesplicativo”, cioè comprensibile senza bisogno di spiegazioni: incastri, puzzle o. lavori di montaggio sono esempi semplici di questo genere, ma con un po’ di fantasia qualunque compito può essere presentato in modo che si spieghi da sè. Io Cresco sito con materiale e indicazioni sulla metodologia ABA per autistici adatto a tutti gli ordini di scuola Infatti può essere difficile per il bambino all’inizio di un programma educativo comprendere per quale motivo debba eseguire dei compiti. L’insegnante di sostegno predispone una proposta d’orario nel rispetto dei isogni dell’alunno, on ordato con i colleghi e il Dirigente Scolastico (modello fornito dalla scuola). IL TRATTAMENTO DELLA DISORTOGRAFIA IN ETÀ EVOLUTIVA. classe prima A scuola primaria di Mel Pag 5 di 7 UNITA’ DI APPRENDIMENTO. II grado Uda accoglienza seconde sec. di Maestraenny. Destinatari Docenti impegnati nell’UdA Disciplina/e o Area/e interessate Tempi Alunni delle classi prime Cervo Angela Pennino Anna Bombino Silvia Settembrini Maria Carmela Italiano Ottobre/Novembre Traguardi per lo sviluppo delle competenze L’allievo partecipa a scambi comunicativi con compagni rispettando il turno e formulando Articolo di Psicologia e Scuola sull’autismo a scuola dell’ottobre 2010. Piano educativo individualizzato ... .. che funziona a tempo normale ed è supportata dalla sottoscritta insegnante di sostegno, complessivamente per circa 17 ore settimanali. L’angolo di lavoro per esempio è di solito organizzato con un banco affiancato da due scaffali disposti perpendicolarmente, su cui disporre il materiale di lavoro da eseguire (nello scaffale di sinistra) o riporre i compiti già eseguiti (a destra). Istituto Comprensivo Statale Mazzini-Modugno - Bari. �(��W���c��*���L�5��:�Q&t��˰2�w��1 O�#l�A����6��@q����G�Q��ϸ�����ӯԡ�*�T˟gw/$�}�o�h=���ge��\��9�Nv���s�����'�8�M��W���@��k��� %�1��E�Yd��2s���\g�ݮ����$UH�d�Z�^�U��1`J`�\���˙��^ Come intervenire sui problemi di comportamento. classe prima A scuola primaria di Mel Pag 5 di 7 UNITA’ DI APPRENDIMENTO. 2) Strutturazione del Tempo: Quando? Scuola Secondaria di primo grado: 18 ore settimanali. STRATEGIE DI INTERVENTO CON I BAMBINI AUTISTICI. Le sole forze dell’insegnante di sostegno non sono solitamente sufficienti, è di fondamentale importanza creare alleanze fra colleghi, fra operatori ed educatori, fra le famiglie e la scuola. Leonardo Povia" Pedagogista e Insegnante di ruolo specializzato. FRIC828001 0775379008 0775379008 FRIC828001@istruzione.it P.E.C. Risponde in modo chiaro e concreto alla domanda “Perchè?”. F. 70 L’alunno G. è un ragazzo che presenta alcuni tipici tratti autistici (tendenza all’isolamento, interessi stereotipati, Primaria Sostegno Autismo Geografia. IN CLASSE CON BAMBINI DSA: 21 CONSIGLI PER AIUTARLI AL MEGLIO. L’inizio dell’anno scolastico vi vede operare in una sezione omogenea con bambini di 5 anni, i cosiddetti remigini. Scuola Primaria: 22 ore settimanali + 2 ore di programmazione settimanale. Affinché quindi l’UDA risponda efficacemente agli obiettivi prefissati in partenza è necessario che venga predisposta in maniera ottimale e secondo un percorso ben preciso e funzionale.