Domenica, 11 Novembre 2018 12:40 ; Scritto da Nicola Colapinto Il recupero di somme indebitamente erogate dalla Pubblica Amministrazione ha carattere di doverosità e costituisce esercizio, ai sensi dell’articolo 2033 del codice civile, di un vero e proprio diritto soggettivo a contenuto patrimoniale, non rinunziabile, in quanto correlato al … 8.2 Prescrizione e decadenza del diritto di credito alla ripetizione degli indebiti da TFS/TFR Cioè sia stato riconosciuto il dolo del soggetto (sono dolosi i comportamenti che con coscienza e volontà abbiano trattenuto somme che sapevano non dovute) in questo caso il recupero dell’indebito pensionistico si estende agli eredi del pensionato. CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 08 febbraio 2019, n. 3802 Indebito pensionistico - Modificazione dei redditi percepiti - Recupero - Verifica Fatti di causa 1. Indebiti prestazioni pensionistiche ... La prescrizione va eccepita = richiesta L’INPS non la applica automaticamente Si parla allora di “indebito”, ossia di somme erogate per errore, le quali in virtù della norma generale di cui all’articolo 2033 del Codice civile, andrebbero restituite. n. 19638/2015) Ringrazio l'amico e collega avv. Tra l’altro, il recupero delle somme versate indebitamente deve procedere entro un termine preciso, superato il quale le somme non possono più essere chieste indietro. 28 AG0 2020 Con Risposta ad interpello n. 283 del 27 agosto 2020, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che in caso di ratei di pensione erogati post mortem indebitamente a soggetti terzi, ai fini del recupero delle ritenute Irpef operate e versate, l’Ente può ottenere la restituzione delle somme al lordo delle ritenute nei confronti degli eredi, i quali possono indicare le somme … pensione di vecchiaia percepita indebitamente Showing 1-9 of 9 ... .questo nel dicembre 2012 però le somme sono state percepite nel 2003.un avvocato mi ha detto che qs.reato non cade in prescrizione per 10anni.qualcuno sa se è proprio cosi ... ma per un anno il delegato si e' cuccato una pensione non dovuta. Consiglio di Stato, sezione terza, Sentenza 20 marzo 2019, n. 1852. Articolo 38, comma 1, lettera d), n. 2 e comma 4, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. … Invalidi, No alla restituzione della pensione di invalidità civile se vengono meno i requisiti legali. * * * Le cose stanno invece diversamente nella seconda questione, che descrive, per un errore del software del consulente del lavoro, un pagamento al farmacista dipendente eccedente quello convenuto e/o garantito dal CCNL applicabile. n. 19638 del 2015 cit. La Corte d'Appello di Firenze, riformando con sentenza n. 369/2013 Già quando era uscita qualche tempo fa la notizia che l’Inps stesse inviando lettere ai pensionati per chiedere la restituzione di somme erogate erroneamente, aveva creato preoccupazione.. Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui tali somme non vanno restituite.L’articolo 13 della legge 412/91 prevede che le somme non dovute, erogate dall’Inps, non debbano essere restituite, a meno … L’Inps si doleva del fatto che il giudice di appello, ritenendo prescritta la pretesa alla restituzione dei ratei pensionistici indebitamente percepiti dall’assicurato, non avesse ritenuto ravvisabile il dolo nella dichiarazione dell’assicurato stesso, contrastante con la realtà dei fatti, di mancato svolgimento di attività lavorativa all’estero. Pertanto sono recuperabili le differenze di pensione erogate indebitamente sui ratei corrisposti nel decennio anteriore all’invio della comunicazione dell’indebito o alla trasmissione del debito al servizio preposto. La ripetizione dell'indebito e il termine di prescrizione della relativa azione Giovanna Molteni | 30 lug 2015 L'azione per chiedere la restituzione di quanto indebitamente pagato Quando il contribuente riceve un’eredità, la stessa è soggetta all’Imposta sulle Successioni e sulle Donazioni con aliquote diverse in base al grado di parentela col de cuius.Diverso è il trattamento dei ratei maturati sui redditi di lavoro dipendente o pensione e non riscossi, per cui viene rilasciata una Certificazione Unica dal datore di lavoro o dall’INPS. Le quote di pensione maturate e non riscosse in vita dal pensionato entrano nell'asse ereditario e sono trasmissibili agli eredi secondo la disciplina comune del diritto civile in materia di eredità.. Il rateo è la somma delle rate o quote di pensione non riscosse dal pensionato (ad esempio tredicesima mensilità per le quote maturate o la quota parte dell’ultimo mese di pensione … Alcune volte gli importi erogati in più sono di poche decine di euro, altre - come ricordato da Il Giornale - … La “prescrizione” (civile) è quell’istituto giuridico che fa decadere un diritto se non reclamato entro un certo periodo di tempo. Prescrizione dei ratei per gli invalidi civili – In assenza di esplicito richiamo, i ratei per crediti a titolo di provvidenze di invalidità civile continuano a essere assoggettati alla disciplina generale prevista dal codice civile, come segue: i ratei già liquidati e non riscossi dal beneficiario sono assoggettati alla prescrizione quinquennale di cui all’art. La normativa in esame riguarda infortunati o tecnopatici, nonché superstiti dei medesimi, che abbiano indebitamente percepito ratei di rendita o valori capitali di rendita, liquidati questi ultimi a mente degli articoli 75, 219 e 220 del Testo Unico, fatti salvi i casi specificatamente indicati al successivo punto 7.1.. A cura di P. Zani 9 . Prescrizione I termini di prescrizione del diritto di credito su somme indebitamente versate sono decennali (dalla comunicazione del provvedimento di recupero). La prescrizione degli indebiti INPS percepiti dal pensionato deceduto e richiesti agli eredi Ricevo ieri da INPS una lettera (datata 23 maggio 2019) con la quale comunica che la mia suocera, deceduta a fine 2011, ha percepito somme che non le spettavano nel periodo 1/1/2008 - … Inoltre, il regime dell'indebito previdenziale ed assistenziale presenta tratti eccentrici rispetto alla regola della ripetibilità propria del sistema civilistico e dell'art. Per quanto attiene specificamente ai ratei percepiti tra la data della visita di revisione e quella dell’effettiva sospensione del beneficio, ... non sarebbe possibile pretendere la restituzione dei ratei indebitamente erogati. A tale proposito si precisa che, anche per il periodo 1 ottobre 1983 - 31 dicembre 1983, il recupero comprendera' non solo i ratei mensili, ma Salve, volevo sapere i tempi di prescrizione x una riscossione indebita di rata della pensione della 12 / 2007 di mio padre morto a novembre 2007.Dopo 13 anni noi figli possiamo avvalerci del diritto di prescrizione ,poiché sono passati tanti anni e … Ripetibilita' dei ratei di assegno di invalidita' civile indebitamente percepiti per la mancanza del requisito di incollocazione al lavoro (Cass. E’ pacifico, come risulta dallo stesso ricorso, che nel caso di specie l’Inps ha richiesto la restituzione delle somme corrisposte indebitamente in quanto, in base all’art. La prescrizione opera d’ufficio. Marco Aquilani da Viterbo ( Link Sito web ) per la gentile segnalazione Pensione indebitamente percepita: quando va restituita all’INPS. La massima estrapolata:. Infine, quanto alla prescrizione, il termine è di cinque anni dall’ultima (non dovuta) erogazione di somme. diritto o sulla misura della pensione goduta, che non siano gia' conosciuti dall'ente competente, consente la ripetibilita' delle somme indebitamente percepite. 9 L. n. 54/1982, l’assegno mensile di cui all’art. Non è così raro che l’INPS commetta degli errori nel pagamento delle pensioni. Appare chiaro, a mio avviso, ... pensione sociale, successivamente definita assegno sociale. n. 17216 del 2017), che limitano la restituzione ai soli ratei indebitamente erogati a decorrere dalla data del provvedimento che accerta che la prestazione assistenziale non era dovuta, restando esclusa … La stessa INPS però, nella sua circolare n. 31 del 2006, con l’obiettivo di “(…) ridurre i rischi ed i conseguenti disagi sociali di un intervento di recupero delle prestazioni in eccedenza” presumendo che un pensionato abbia utilizzato gli importi indebitamente percepiti per soddisfare esigenze primarie di vita, ha individuato i presupposti per la sanatoria delle … L’art. Si tratta, dunque, di norme speciali rispetto all’art. 2934 c.c. degli importi indebitamente erogati al dipendente a titolo di trattamento retributivo TAR Lazio Per pacifica giurisprudenza non vi è obbligo di specifica motivazione per il recupero di emolumenti non dovuti. Occorre quindi fare attenzione all’anno a cui si riferiscono le richieste di restituzione. I ratei di pensione indebitamente percepiti dal 1 gennaio di ciascun anno sono recuperati in sede di ripristino della prestazione. 2033 cod.civ., che pertanto cede loro il passo (v. Cass. o ricevuto pensione indebita ma non per colpa mia ma dell’inps che me la erogata, io ho fatto solo richiesta di aggiornamento della pensione sociale e l’imps mi a erogato le somme che io non sapevo quando mi era dovuto, ora mi richiedono l’indebito, come posso fare per non ridarli, io vorrei ridarli ma non ho possibilita economiche ,percepivo una pensione sociale che mi anno … Prescrizione quinquennale per il recupero da parte della P.A. Qualora, successivamente alla decorrenza della prestazione, il limite di reddito venga superato, la pensione verrà sospesa dal 1 gennaio dell'anno nel corso del quale si e' verificato il superamento del limite stesso. Spesso accade che l’INPS richieda, anche a distanza di anni, la restituzione di pensioni arretrate erroneamente corrisposte. e successive conformi, fra le quali Cass. La prescrizione delle somme indebitamente accreditate L’Inps ha 10 anni di tempo per poter richiedere al cittadino la restituzione di somme indebitamente corrisposte. 4) RECUPERO DEI RATEI INDEBITAMENTE PERCEPITI DAL 1 GENNAIO DI CIASCUN ANNO In sede di ripristino vanno recuperati i ratei di pensione indebitamente percepiti. Ogni anno l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale - noto come Inps - invia a milioni di italiani richieste di restituzione di somme corrisposte negli anni passati, adducendo di averle erogate indebitamente (per intero o in parte). Prescrizione dei ratei arretrati dei trattamenti pensionistici o delle relative differenze dovute a seguito di riliquidazioni. Eccezion fatta per coloro che, anche se titolare di una “pensione minima”, abbiano “truffato l’INPS” .