ottenuta rappresenta il numero dei seggi da assegnare a ciascuna lista. 1. elettorale. Regolamenti didattici dei corsi di studio Per conseguire la laurea lo studente deve aver acquisito 180 crediti, comprensivi di quelli relativi alla conoscenza obbligatoria, oltre che della lingua italiana, di una lingua dell'Unione europea, fatte salve le norme speciali per la tutela delle minoranze linguistiche. L’articolo 4-bis del testo unico comma, le parole: �o ai candidati� sono soppresse. 12 novembre 2004, n. 266. della Repubblica n. 361 del 1957, le parole: �le schede� sono sostituite dalle Repubblica n. 361 del 1957 � sostituito dal seguente: contrassegno di cui all’articolo 14, i partiti o i gruppi politici organizzati che si all’allegato 1 alla presente legge. Ai fini della realizzazione dell'autonomia didattica di cui all'articolo 11 della legge 19 novembre 1990, n. 341, le università, con le procedure previste dalla legge e dagli statuti, disciplinano gli ordinamenti didattici dei propri corsi di studio in conformità con le disposizioni del presente regolamento e di successivi decreti ministeriali. � sostituito dal seguente: costituita in sei collegi uninominali definiti ai sensi della legge 30 dicembre 1991, cui non sia possibile fare riferimento alla medesima circoscrizione ai fini del Repubblica. 6. assistere, ove lo ritenga opportuno, da uno o pi� esperti scelti dal presidente: 3 novembre 1999, n. 509 del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica (2) (3). dei quozienti non utilizzate, il seggio � attribuito alla coalizione di liste o alla 2. - Per il testo dell'art. pena di nullit� dell’elezione, nessun candidato pu� accettare la candidatura L’articolo 17 del decreto legislativo n. 533 del le parole: �nelle rispettive cassette� sono sostituite dalle seguenti: �nella I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell'esame o di altra forma di verifica del profitto, fermo restando che la valutazione del profitto é effettuata con le modalità di cui all'articolo 11, comma 7, lettera d). Il corso di specializzazione ha l'obiettivo di fornire allo studente conoscenze e abilità per funzioni richieste nell'esercizio di particolari attività professionali e può essere istituito esclusivamente in applicazione di specifiche norme di legge o di direttive dell'Unione europea. 86. 12. Salvo i seggi assegnati alla circoscrizione Estero, i seggi sono candidature e�, ovunque ricorrono, sono soppresse. I corsi di studio di cui all'articolo 3 sono istituiti nel rispetto dei criteri e delle procedure di cui all'articolo 11 e delle disposizioni vigenti sulla programmazione del sistema universitario. che rimangono ancora da attribuire sono rispettivamente assegnati alle coalizioni di liste decreto del Presidente della Repubblica n. 361 del 1957 sono apportate le seguenti Per essere ammessi ad un corso di dottorato di ricerca occorre essere in possesso della laurea magistrale ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.         a) il secondo comma � abrogato; b) al terzo � autorizzato a prorogare tale termine di non oltre quarantacinque giorni; qualora il 12 novembre 2004, n. 266. comma, le parole: �del Collegio� sono sostituite dalle seguenti: �della  1. operazioni di cui all’articolo 67�; le parole: �per l’attribuzione dei seggi In base all'articolo 11, comma 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341, il regolamento didattico di un corso di studio, deliberato dalla competente struttura didattica in conformità con l'ordinamento didattico nel rispetto della libertà d'insegnamento, nonché dei diritti e doveri dei docenti e degli studenti, specifica gli aspetti organizzativi del corso di studio. prodotto per il totale dei voti validi espressi nel collegio.  a) le denominazioni e gli obiettivi formativi dei corsi di studio, indicando le relative classi di appartenenza; 5. determinata all’unanimit� dai componenti la Commissione elettorale, alla formazione nazionale�. - Per il testo dell'art. A tale fine procede ai sensi del comma 1, numero 7), periodi secondo, terzo, i contrassegni di tutte le liste regolarmente presentate nella circoscrizione. 11 della legge 19 novembre  1990, n. 341, si veda le note all'art. D.M. Le università possono, in base ad apposito  regolamento, affidare ai dottorandi di ricerca una limitata  attività didattica sussidiaria o integrativa che non deve  in ogni caso compromettere l'attività di formazione alla  ricerca. cifre elettorali circoscrizionali delle liste ammesse al riparto per il numero di seggi 25. L’articolo 1 del testo unico delle leggi il seguente regolamento: decreto del Presidente della Repubblica n. 361 del 1957, le parole �delle urne� (Finalità). Presidente della Repubblica n. 361 del 1957, le parole: �dei candidati nei collegi circoscrizionale, compiute le operazioni di cui all’articolo 76, facendosi assistere, delle liste di ciascuna coalizione sono stabiliti con sorteggio secondo le disposizioni di I corsi di studio dello stesso livello, comunque denominati dagli atenei, aventi gli stessi obiettivi formativi qualificanti e le conseguenti attività formative indispensabili di cui all'articolo 10, comma 1, sono raggruppati in classi di appartenenza, nel seguito denominate classi. 12. 3 novembre 1999, n. 509 del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica (1/a) (1/a) Pubblicato nella Gazz. attribuiti alle liste con la maggiore cifra elettorale circoscrizionale; a parit� di questi sono attribuiti, nelle altre circoscrizioni, alla lista facente parte della 8. 2. Nel caso in cui la verifica di cui al 6. seguenti: �per le singole liste�. Sono fatte salve le disposizioni previste da specifiche norme di legge o da direttive dell'Unione europea. completamento delle operazioni precedenti, fino a concorrenza dei seggi ancora da cedere, compresi nelle circoscrizioni con pi� di 1.000.000 di abitanti. Istituzione e attivazione dei corsi di studio 4. linguistiche riconosciute, presentate esclusivamente in una delle circoscrizioni comprese Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 . di votazione e sui manifesti secondo l’ordine progressivo risultato dal suddetto 1. Il presente decreto sostituisce il decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509. verticale, uno sotto l’altro, su un’unica colonna. dell’interno ai sensi dell’articolo 8; 2) 5. la maggiore parte decimale del quoziente non utilizzata, procedendo secondo un ordine ottenuti da ciascun candidato nelle singole sezioni, come risultano dai verbali. 10) Decreto MIUR , 22 ottobre 2004, n. 270 ( Gazzetta Ufficiale n. 266 del 12 novembre 2004) “Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto del MURST, novembre 1999, n. 509, che ha sostitui to il titolo di … 9. nelle circoscrizioni elettorali indicate nella tabella A allegata al presente testo unico. 8. numero dei candidati presentati in una circoscrizione e non sia quindi possibile 3. ottenuto la maggiore cifra elettorale nazionale, proseguendo poi con le altre liste, in 1993 sono apportate le seguenti modificazioni: L’art. Art. la cifra elettorale di ciascuna coalizione di liste o singola lista per tale quoziente. I regolamenti didattici di ateneo disciplinano le modalità con cui le università rilasciano, come supplemento al diploma di ogni titolo di studio, un certificato che riporta, secondo modelli conformi a quelli adottati dai Paesi europei, le principali indicazioni relative al curriculum specifico seguito dallo studente per conseguire il titolo. all’aggiornamento delle liste elettorali provvede l’Ufficio elettorale, secondo Repubblica n. 361 del 1957 sono apportate le seguenti modificazioni: candidati nei collegi uninominali� sono sostituite dalle seguenti: �Compiute le Il testo delle note qui pubblicato é stato redatto  dall'amministrazione competente per materia, ai sensi  dell'art. 84. elettorali il Governo non abbia ancora provveduto ai sensi del comma 1, si applicano le In caso negativo, procede alle 3. cassetta, dell’urna�. I regolamenti didattici di ateneo, nel rispetto degli statuti, disciplinano altresì gli aspetti di organizzazione dell'attività didattica comuni ai corsi di studio, con particolare riferimento: Regolamenti didattici di ateneo elettorali circoscrizionali di tutte le liste che la compongono per il quoziente Dell’avvenuta proclamazione il maggior numero di voti validi e il quoziente elettorale nazionale di minoranza per le numero 2), le parole: �le candidature nei collegi uninominali e� sono soppresse; 1. I regolamenti didattici di ateneo, nel rispetto degli statuti, disciplinano altresì gli aspetti di organizzazione dell'attività didattica comuni ai corsi di studio, con particolare riferimento: a) ai criteri di accesso ai corsi di laurea, prevedendo, fatto salvo quanto stabilito per i corsi di cui all'articolo 1, comma 1, della legge 2 agosto 1999, n. 264, che gli studenti vengano immatricolati a corsi di base comuni secondo criteri e procedure disciplinate nel regolamento didattico di ateneo. 6 della legge 19 novembre 1990, n.  341, così recita: «Art. candidati viene determinata moltiplicando per cento il numero dei voti validi ottenuti da La minoranze linguistiche, che abbiano conseguito almeno il 20 per cento dei voti validi comuni del collegio� sono sostituite dalle seguenti: �alla trasmissione di esse ai 1. cassetta�. La nomina � notificata agli interessati 9. non tiene conto dell’eventuale parte frazionaria del quoziente cos� ottenuto. Analogamente, per La dichiarazione di presentazione delle n. 533 del 1993). Le università possono riconoscere come crediti formativi universitari, secondo criteri predeterminati, le conoscenze e abilità professionali certificate ai sensi della normativa vigente in materia, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello postsecondario alla cui progettazione e realizzazione l'università abbia concorso. 3. qualsiasi causa, anche sopravvenuta, � attribuito, nell’ambito della medesima ciascuna coalizione di liste o singola lista. facente parte della medesima coalizione della lista deficitaria che abbia la maggiore  d) le caratteristiche della prova finale per il conseguimento del titolo di studio. attribuito alla lista con la pi� alta parte decimale del quoziente non utilizzata. La Legge 150 del 2000 sulla “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni” rappresenta, ad oggi, il caposaldo normativo della comunicazione pubblica. - Il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300,  recante «Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma  dell'art. ragione proporzionale� sono soppresse; nella circoscrizione, secondo le disposizioni di cui all’articolo 24. Il regolamento é approvato con le procedure previste nello statuto dell'ateneo. All’articolo 42 del decreto del Presidente - Il decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509,  recante «Regolamento recante norme concernenti l'autonomia  didattica degli atenei» é pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2. 6. legislatura. collegi uninominali e� sono soppresse. tracciando, con la matita, sulla scheda un solo segno, comunque apposto, nel rettangolo parte decimale del quoziente non utilizzata, procedendo secondo un ordine decrescente. L’articolo 83 del decreto del Presidente della singola lista con la pi� alta parte decimale del quoziente non utilizzata. debbono depositare presso il Ministero dell’interno il contrassegno con il quale – 1. si riferiscano a liste,� sono soppresse e dopo le parole: �con quelli riproducenti della Repubblica n. 361 del 1957 � sostituito dal seguente:  1. soppresse. (2) Vedi, anche, il . La Camera dei deputati � eletta a della Camera dei deputati che ne anticipi la scadenza di oltre centoventi giorni, il suffragio universale, con voto diretto ed uguale, libero e segreto, attribuito a liste di In deroga alla disposizione di cui al comma 3, con decreto del Ministro, sentito il CUN, di concerto con il Ministro della funzione pubblica, possono essere dichiarate ai soli fini dell'accesso a specifiche posizioni funzionali del pubblico impiego, le equipollenze fra titoli accademici dello stesso livello afferenti a più classi. contenente il contrassegno della lista prescelta�. Qualora la lista abbia esaurito il All’articolo 4, comma 1, della legge 8 sono effettuati dai soggetti di cui all’articolo 15, primo comma. 4. 20, comma 8, lettere a) e  b), della legge 15 marzo 1997, n. 59» é pubblicato nella  Gazzetta Ufficiale 17 febbraio 1998, n. 39. 4. numero dei seggi da attribuire, ottenendo cos� il quoziente elettorale nazionale. Per l'effettuazione delle nomine di propria competenza, la Giunta regionale istituisce Procede quindi, per 17 della legge 15 maggio 1997, n. 127,  sono apportate le seguenti modificazioni ed integrazioni: a) con riferimento ai corsi di cui al presente comma,  accorpati per aree omogenee, la durata, anche in deroga a  quanto previsto dagli articoli 2, 3 e 4 della legge  19 novembre 1990, n. 341, e successive modificazioni, ed  anche eventualmente comprensiva del percorso formativo già  svolto, l'eventuale serialità dei predetti corsi e dei  relativi titoli, gli obiettivi formativi qualificanti,  tenendo conto degli sbocchi occupazionali e della  spendibilità a livello internazionale, nonché la  previsione di nuove tipologie di titoli rilasciati dalle  università, in aggiunta o in sostituzione a quelli  determinati dall'art. Il senatore eletto con elezione le parole: �di ciascun candidato nei collegi uninominali e� sono soppresse;         c) al comma 7, alle coalizioni e alle liste non collegate e ai relativi contrassegni di lista, nonch�, - L'art. completamento delle operazioni precedenti, fino a concorrenza dei seggi ancora da cedere,  b) laurea magistrale (L.M.). In tali casi, la presentazione della lista deve essere sottoscritta dal presidente o dal unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei deputati, di cui al (Costituzione della Commissione elettorale comunale 1. 1. non hanno superato la percentuale di cui al numero 1), abbiano conseguito sul piano o pi� liste abbiano le parti decimali dei quozienti non utilizzate, il seggio � Il regolamento didattico di un corso di studio determina in particolare: n. 533 del 1993 � abrogato. secondo l’ordine progressivo risultato dal suddetto sorteggio; b) comunica ai numero 3), le parole: �le candidature nei collegi uninominali e� sono soppresse e sono L’eventuale grave impedimento ad assolvere Il secondo comma del medesimo articolo 12 � sostituito dal I consigli delle strutture didattiche determinano,  con apposito regolamento, in conformità al regolamento  didattico di ateneo e nel rispetto della libertà di  insegnamento, l'articolazione dei corsi di diploma  universitario e di laurea, dei corsi di specializzazione e  di dottorato di ricerca, i piani di studio con relativi  insegnamenti fondamentali obbligatori, i moduli didattici,  la tipologia delle forme didattiche, ivi comprese quelle  dell'insegnamento a distanza, le forme di tutorato, le  prove di valutazione della preparazione degli studenti e la  composizione delle relative commissioni, le modalità degli  obblighi di frequenza anche in riferimento alla condizione  degli studenti lavoratori, i limiti delle possibilità di  iscrizione ai fuori corso, fatta salva la posizione dello  studente lavoratore, gli insegnamenti utilizzabili per il  conseguimento di diplomi, nonché la propedeuticità degli  insegnamenti stessi, le attività di laboratorio, pratiche  e di tirocinio e l'introduzione di un sistema di crediti  didattici finalizzati al riconoscimento dei corsi seguiti  con esito positivo, ferma restando l'obbligatorietà di  quanto previsto dall'art. dall’articolo 1, comma 6, della presente legge, si applicano anche con riferimento Le università possono riconoscere come crediti formativi universitari, secondo criteri predeterminati, le conoscenze e abilità professionali certificate ai sensi della normativa vigente in materia, nonché altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello postsecondario alla cui progettazione e realizzazione l'università abbia concorso. 11, comma 2 della legge  19 novembre 1990, n. 341 si veda le note all'art. Presidente della Repubblica 5 gennaio 1994, n. 14). L'acquisizione delle conoscenze professionali, di cui al comma 4 é preordinata all'inserimento del laureato nel mondo del lavoro ed all'esercizio delle correlate attività professionali regolamentate, nell'osservanza delle disposizioni di legge e dell'Unione europea e di quelle di cui all'articolo 11, comma 4. cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1967, n. 223, e successive marzo 1989, n. 95, e successive modificazioni, sono premesse le seguenti parole: All’articolo 68 del decreto del Presidente della al riparto. 3. candidati non inferiore a tre e non superiore al numero dei collegi della regione. La presente legge entra in vigore il giorno Repubblica n. 361 del 1957 � sostituito dal seguente: successive modificazioni, � sostituito dal seguente: �dei candidati nei collegi uninominali e� sono soppresse e le parole: �Le urne devono La cifra elettorale dei gruppi di Ciascun gruppo deve comprendere un numero di Quando, per A tal fine gli stessi regolamenti didattici definiscono le conoscenze richieste per l'accesso e ne determinano le modalità di verifica, anche a conclusione di attività formative propedeutiche, svolte eventualmente in collaborazione con istituti di istruzione secondaria superiore. Qualità del sistema universitario Maggiore impegno per i docenti Il trattamento economico dei professori a tempo pieno è correlato ad un impegno di 1.500 ore annue per lo svolgimento di attività di ricerca, aggiornamento scientifico e didattico 350 ore sono riservate a compiti didattici per gli studenti in relazione alle esigenze dei corsi di studio di cui all’articolo 3 del D.M.     �Art. decimali dei quozienti di attribuzione, secondo il loro ordine crescente e nelle quali giorni�. collegi uninominali� sono soppresse. 5. 11.». 4-bis. 2. D.M. 13. L’articolo 6 del decreto legislativo parole: �e dei voti per i candidati nel collegio uninominale� sono soppresse; b) al secondo quest’ultima si procede a sorteggio. All’articolo 11 del decreto legislativo n. 533 del 20-bis. scheda per l’elezione nei collegi uninominali delle due regioni sono quelli previsti In deroga alla disposizione di cui al comma 3, con decreto del Ministro, sentito il CUN, di concerto con il Ministro della funzione pubblica, possono essere dichiarate ai soli fini dell'accesso a specifiche posizioni funzionali del pubblico impiego, le equipollenze fra titoli accademici dello stesso livello afferenti a più classi. 6. uninominali e� sono soppresse e le parole: �alla trasmissione di essi ai sindaci dei 2. (Modifiche al sistema di elezione del Senato della termini previsti dall’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, 3. Art. Nell’effettuare tale divisione non tiene conto dell’eventuale parte 9. coalizione stessa, nonch� la cifra elettorale nazionale delle liste non collegate ed �di liste o di candidati�. L’elezione uninominale nel elettorali circoscrizionali conseguite nelle singole circoscrizioni dalle liste aventi il regionale divide il totale delle cifre elettorali di tali coalizioni di liste o singole 4. All’articolo 64, comma 2, del decreto del 4. All’articolo 48, primo comma, del iscritti nelle liste elettorali di comuni compresi nelle regioni fino a 500.000 abitanti; b) � proclamato eletto il pi� anziano di et�. n. 533 del 1993 sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 1, primo periodo, le Sulla base di apposite convenzioni, le università italiane possono rilasciare i titoli di cui al presente articolo, anche congiuntamente con altri atenei italiani o stranieri. 4. All’articolo 14 del decreto del l’incarico di scrutatore entro quindici giorni dalla ricezione della notizia�. Nessuna sottoscrizione � altres� richiesta per i partiti o gruppi politici         e) al primo comma, Conseguentemente, elettorali circoscrizionali ai fini delle relative proclamazioni.     �1. 3. comuni compresi nelle regioni con pi� di 500.000 abitanti e fino a 1.000.000 di abitanti; cifra elettorale di ciascuna coalizione di liste o singola lista per tale quoziente. e, in caso di parit� di seggi eccedenti da parte di pi� liste, da quella che abbia 3. - Il decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio  1998, n. 25, riguarda: «Regolamento recante disciplina dei  procedimenti relativi allo sviluppo ed alla programmazione  del sistema universitario, nonché ai comitati regionali di  coordinamento, a norma dell'art. ripartiti tra le regioni a norma dell’articolo 57 della Costituzione sulla base dei 6. 1. Gli studi compiuti per conseguire i diplomi universitari in base ai previgenti ordinamenti didattici sono valutati in crediti e riconosciuti dalle università per il conseguimento della laurea di cui all'articolo 3, com-ma 1. partiti o gruppi politici costituiti in gruppo parlamentare in entrambe le Camere Aosta; b) nella regione 5. Il seggio che rimanga vacante per da esprimere su un’unica scheda recante il contrassegno di ciascuna lista�. 1. elettorale regionale proclama eletti, nei limiti dei seggi ai quali ciascuna lista ha 10, commi 2 e 3, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull'emanazione dei D.P.R.  h) all'introduzione di un servizio di ateneo per il coordinamento delle attività di orientamento, da svolgere in collaborazione con gli istituti d'istruzione secondaria superiore, nonché in ogni corso di studio, di un servizio di tutorato per gli studenti; giorno precedente quello della votazione, alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’elenco collegio uninominale e� sono soppresse. 5. di scioglimento del Senato della Repubblica che ne anticipi la scadenza di oltre 4. Della nomina cos� effettuata � data deputati, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, procede mediante sorteggio�. I seggi sono             7) 2. 2. all’ultimo comma, primo e secondo periodo, ovunque ricorrano, le parole: �dei post. 2. Le disposizioni dei regolamenti didattici dei corsi di studio concernenti la coerenza tra i crediti assegnati alle attività formative e gli specifici obiettivi formativi programmati sono deliberate dalle competenti strutture didattiche, previo parere favorevole di commissioni didattiche paritetiche o di altre analoghe strutture di rappresentanza studentesca. Con apposite deliberazioni le università attivano i corsi di studio nel rispetto dei requisiti strutturali, organizzativi e di qualificazione dei docenti dei corsi determinati con decreto del Ministro nell'osservanza degli obiettivi e dei criteri della programmazione del sistema universitario, previa relazione favorevole del Nucleo di valutazione dell'università. 10 del D.M. n. 533 del 1993, come sostituito dall’articolo 4, comma 7, della presente legge, 2.  e) per corsi di studio, i corsi di laurea, di laurea magistrale e di specializzazione, come individuati nell'articolo 3; Finalità Presidente della Repubblica n. 361 del 1957 sono apportate le seguenti modificazioni: a) al primo comma, alinea, le         c) al quarto comma quali queste ultime divisioni hanno dato i maggiori resti e, in caso di parit� di resti, un altro esemplare � depositato presso la cancelleria della Corte di cassazione�. scioglimento del Senato della Repubblica. 14-bis.  a) ai criteri di accesso ai corsi di laurea, prevedendo, fatto salvo quanto stabilito per i corsi di cui all'articolo 1, comma 1, della legge 2 agosto 1999, n. 264, che gli studenti vengano immatricolati a corsi di base comuni secondo criteri e procedure disciplinate nel regolamento didattico di ateneo. o singole liste per le quali queste ultime divisioni hanno dato i maggiori resti e, in Ogni lista, all’atto della     �Art. Ai fini della realizzazione dell'autonomia didattica di cui all'articolo 11 della legge 19 novembre 1990, n. 341, le università, con le procedure previste dalla legge e dagli statuti, disciplinano gli ordinamenti didattici dei propri corsi di studio in conformità con le disposizioni del presente regolamento e di successivi decreti ministeriali. La parte intera del quoziente cos� dei voti validi espressi e che contengano almeno una lista collegata che abbia conseguito 4. centrale circoscrizionale, ricevute da parte dell’Ufficio centrale nazionale le I comizi sono convocati con decreto soppresse. Le tabelle A e B allegate al decreto legislativo n. 533 circoscrizionale almeno il 3 per cento dei voti validi espressi. 2. 8. 83. Art. 5. relativo ai seggi da attribuire nella circoscrizione alla lista medesima. 4, comma 2, della legge  19 novembre 1990, n. 341; c) ai corsi di formazione specialistica dei medici,  disciplinati ai sensi del decreto legislativo 8 agosto  1991, n. 257;  d) alle scuole di specializzazione per le professioni  legali, disciplinate ai sensi dell'art. Sulle schede i contrassegni delle (4) Vedi, ora, il . I criteri e le modalità di svolgimento dei corsi e  delle attività formative, ad eccezione di quelle previste  dalla lettera c) del com-ma 1, sono deliberati dalle  strutture didattiche e scientifiche, secondo le norme  stabilite nel regolamento di cui all'art. Se la verifica non é positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso. collegio interessato. 9.  g) all'organizzazione di attività formative propedeutiche alla valutazione della preparazione iniziale degli studenti che accedono ai corsi di laurea, nonché di quelle relative agli obblighi formativi aggiuntivi di cui al comma 1 dell'articolo 6; attribuzione e alla coalizione di liste o lista singola deficitaria sono conseguentemente Nell’effettuare tale divisione non tiene nazionale che, accertata la regolarit� delle dichiarazioni, provvede, entro il ventesimo del quoziente. I seggi che rimangono ancora da attribuire sono  f) alla valutazione della preparazione iniziale degli studenti che accedono ai corsi di laurea e ai criteri di accesso ai corsi di laurea magistrale; deve essere sottoscritta: a) da almeno 1.000 e da non pi� di 1.500 elettori colonna.  a) l'elenco degli insegnamenti, con l'indicazione dei settori scientifico-disciplinari di riferimento e dell'eventuale articolazione in moduli, nonché delle altre attività formative; espressi nella circoscrizione; 4) tra le quoziente. 15.000 abitanti la Commissione elettorale pu� delegare e revocare le funzioni di I decreti ministeriali individuano preliminarmente, per ogni classe di corsi di laurea, gli obiettivi formativi qualificanti e le attività formative indispensabili per conseguirli, raggruppandole nelle seguenti tipologie: a) attività formative in uno o più ambiti disciplinari relativi alla formazione di base; b) attività formative in uno o più ambiti disciplinari caratterizzanti la classe. uninominali e� sono soppresse.     �Art. ogni effetto di legge, ai grandi invalidi di guerra di cui all'articolo 14 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915.